le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo cattura Fazzalari serve azione integrata per arresto Messina Denaro, dice Lumia (PD)

"Ernesto Fazzalari, boss della 'ndrangheta, è stato finalmente catturato" esulta in una nota il senatore Giuseppe Lumia, commentando l'arresto del latitante ricercato da 20 anni, ritenuto il secondo ricercato più pericoloso dopo Matteo Messina Denaro.

"Ernesto Fazzalari, boss della 'ndrangheta, è stato finalmente catturato" esulta in una nota il senatore Giuseppe Lumia, commentando l'arresto del latitante ricercato da 20 anni, ritenuto il secondo ricercato più pericoloso dopo Matteo Messina Denaro. Fazzalari, 46 anni, arrestato in un rifugio sull'Aspromonte, deve scontare una condanna all'ergastolo per associazione mafiosa e omicidio. Nella casa del latitante, a Taurianova, è stato trovato anche altro materiale ritenuto d'interesse e che sarà oggetto di ulteriori approfondimenti investigativi.

"La cattura del boss della 'Ndrangheta è una vera notizia che merita di essere descritta e valutata. - spiega il capogruppo PD in commissione Giustizia - Intanto è un boss ai vertici della lista dei più ricercati, secondo dopo Matteo Messina Denaro. Poi è stato latitante per ben vent'anni. Latitanza che solo le mafie più forti riescono a garantire. Non deve sfuggire che è stato catturato nel suo territorio. Ha agito per tanti anni nella piana di Gioia Tauro, tra Taurianova, Amato e San Martino."

"Anche questa è una zona che ho conosciuto bene, durante la mia esperienza di presidenza della Commissione parlamentare antimafia. - rammenta il parlamentare - Molti ricorderanno il livello di inaudita violenza che raggiunse, proprio a Taurianova, la 'ndrangheta durante la faida dei primi anni '90 che vedeva contrapposti gli Avignone-Lombardo, i Giovinazzo-Fazzalari. Allora in risposta all'omicidio del boss Rocco Zagari ne furono uccisi quattro per vendetta. Tra questi un salumiere, Giuseppe Grimaldi, venne ucciso in un modo macabro, gli fu tagliata la testa che poi fu lanciata in aria per farne tiro a segno. Il tutto a due passi dalla piazza principale del paese".

L'esponente dem sottolinea quindi: "Adesso serve un'azione integrata sul versante repressivo e giudiziario come pure su quello sociale e culturale, politico-istituzionale, economico-finanziario, tanto agendo sul territorio che nel contesto della globalizzazione. Una sfida tremenda e inedita che va affrontata facendo della lotta alle mafie una delle prime priorità del Paese e della stessa Europa da ricostruire. Per arrivare a catturare anche Matteo Messina Denaro."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: