le notizie che fanno testo, dal 2010

Tremonti: più misure su crescita? Ora inventario della macchina

Giulio Tremonti, come altre volte in passato, ricorre ad una metafora per spiegare la situazione in cui versa l'Italia. Abbandonato il videogame dei "tre mostri" ora è il turno del "viaggio in macchina". Nella speranza di evitare "le buche più dure".

Giulio Tremonti risponde, indirettamente, all'appello rivolto da Giorgio Napolitano che, intervistato da Bruno Vespa, afferma: "Ce la dobbiamo fare, ce la possiamo fare. Io non ho mai dubitato un solo momento della capacità di un Paese come il nostro che si è rialzato da cadute tremende, di trovare la strada di un nuovo sviluppo nel prossimo futuro". E il ministro dell'Economia sembra che abbia immediatamente colto quella immagine della strada evocata da Napolitano, tanto che a margine del vertice G8 di Marsiglia usa la metafora del viaggio per spiegare la situazione in cui versa l'Italia. "Innanzitutto serve la meta, che per noi è il pareggio di bilancio" spiega Giulio Tremonti, che sottolinea che per raggiungere l'obiettivo prefissato non serve solo "la macchina", perché questa per esempio "deve avere un buon motore, deve avere benzina, bisogna fare in modo che non abbia ostacoli davanti". Tremonti anticipa quindi che è arrivato il momento di "fare il tagliando alla macchina". "In quattro mesi abbiamo adottato 40 provvedimenti sullo sviluppo. Ora dobbiamo fare un inventario per valutarne l'efficacia" spiega ancora il ministro dell'Economia, avvertendo che "se ci sarà qualcosa da cambiare nei provvedimenti sulla crescita del governo lo faremo e, se necessario, ne aggiungeremo altri". A sentire parlare di "aggiungere altri provvedimenti" alla manovra e di viaggio in macchina, qualcuno forse avrà pensato se Tremonti abbia annotato in questo "inventario" anche degli "airbag", nel caso in cui una brusca frenata faccia sbattere l'Italia proprio contro quella che il ministro definisce una "solida manovra".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: