le notizie che fanno testo, dal 2010

Tremonti: nucleare fa saltare il PIL. Eurobond a rinnovabili

Forse Giulio Tremonti è stato preso dall'"emotività", come direbbe qualcuno, ma il ministro dell'Economia sembra esserne convinto: "C'è il debito pubblico, c'è il debito privato, ma c'è anche il debito atomico da calcolare" e lancia l'idea di Eurobond per finanziare le rinnovabili.

Qualcuno potrebbe dire che Giulio Tremonti è stato preso dall'"emotività", fatto sta che una volta capito che "la Storia che è tornata a camminare tra noi", riferendosi alle rivolte del Maghreb e al disastro nucleare in Giappone, il ministro dell'Economia espone la sua "visione" per il futuro: "Finanziare con gli Eurobond forme di energie alternative".
Tremonti infatti ne è convinto: "C'è il debito pubblico, c'è il debito privato, ma c'è anche il debito atomico da calcolare" spiegando durante il Forum della Confcommercio a Cernobbio che sulle centrali nucleari (su cui il governo italiano vorrebbe "accelerare" nonostante Fukushima) "bisogna riflettere, discutere e vedere chi ci ha guadagnato e chi ci ha perso". Chi ci ha guadagnato, probabilmente, sono le aziende e tutto il corollario che costruisce e gestisce le centrali nucleari. Chi ci ha perso, invece, almeno in termini di salute, tutti coloro che per un motivo o per l'altro sono stati "toccati" dalle radiazioni, non ultime quelle di Fukushima senza arrivare a parlare di Three Mile Island e Chernobyl.
Ma il ministro dell'Economia parla, giustamente, di fattori economici affermando che "se gli altri Paesi non avessero il nucleare bisognerebbe ricalcolare il PIL" spiegando che "nel calcolo di chi ha il nucleare non è considerato il costo del decommissioning" che invece dovrebbe essere "calcolato" tanto che "se lo si facesse, molti dei Paesi che hanno il PIL maggiore del nostro sarebbero indietro".
Insomma, un'ulteriore conferma che l'energia dell'atomo non è solo dannosa per la salute ed estremamente pericolosa per l'ambiente, ma rischierebbe di "far saltare" non solo le centrali ma anche il Prodotto interno lordo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: