le notizie che fanno testo, dal 2010

Tremonti: non è "game over". Eurobond, l'arma vincente contro i mostri

Giulio Tremonti torna a parlare della crisi rispolverando un suo vecchio cavallo di battaglia, cioè la metafora dei tre mostri: "Siamo ancora in un videogame dove non c'è ancora il game over e dove i mostri si avvicinano". L'arma vincente? Gli eurobond.

Giulio Tremonti, ministro dell'Economia, torna a parlare della crisi che si sta abbattendo sul mondo Occidentale rispolverando un suo vecchio cavallo di battaglia, cioè la metafora del videogame e dei tre mostri. "Il primo mostro è stato quello dei subprime. Il secondo il collasso del credito, poi le bancarotte bancarie e quindi il collasso delle Borse", causate dal terzo mostro, la "speculazione", come ha spiegato più volte, nel corso di questi anni, Tremonti. Intervenendo al Meeting di Rimini di Cl, il ministro afferma che "troppi governi hanno pensato che quella che si avviava non era una crisi ma solo un ciclo", ammettendo che "dall'avvio della crisi sono stati commessi molti errori". Non è chiaro se tale affermazione sia anche una sorta di mea culpa del nostro, di governo, visto che fino a poche settimane fa l'Italia non sembrava essere stata neanche sfiorata dalla crisi, mentre oggi "un nuovo '92 è alle porte", come sottolinea giustamente Beppe Grillo dal suo blog (http://is.gd/9S3ecW), prevendendo che "nel '92 crollò il comunismo, nel 2012 la stessa sorte potrebbe toccare al capitalismo (o super capitalismo come è spesso chiamato)". Giulio Tremonti "rassicura" poi gli italiani rivelando che addirittura questa "crisi ha una dimensione finora non nota nell'esistente" e che "siamo ancora in un videogame dove non c'è ancora il game over e dove i mostri si avvicinano". Per Tremonti sembra che solo gli "eurobond" potrebbero rappresentare l'arma definitiva contro i mostri della crisi, o meglio, per rimanere in tema, "un nuovo driver di sviluppo" per poter vincere la partita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: