le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi Tremonti: "trame più o meno occulte ma inventate"

Le tensioni tra Silvio Berlusconi e il suo possibile "successore" Giulio Tremonti sarebbero una bufala orchestrata da chi cerca di "mettere in difficoltà il governo e le riforme". Così Paolo Bonaiuti getta acqua sulla cenere, dopo che la Befana non ha portato il carbone.

E' dovuto intervenire con una nota da Palazzo Chigi Paolo Bonaiuti che, con la sua solita flemma da vecchio giornalista, annaffia la cenere bollente che copre i giornali di questi giorni, provocando però un certo vapore. "Da due o tre giorni su diversi giornali sono spuntate supposizioni prive di fondamento sui rapporti tra il presidente del Consiglio ed il suo ministro dell'Economia" - scrive Bonaiuti e continua - Vengono attribuiti, anche tra virgolette, giudizi e frasi che il presidente Berlusconi non si è mai sognato di pronunciare e stati d'animo fantasiosi come l'irritazione o addirittura l'ira, si dipingono trame più o meno occulte ma del tutto inventate, si racconta di incontri o scontri che in realtà non sono mai avvenuti".
Così Paolo Bonaiuti vorrebbe mettere la parola "fine" alle presunte tensioni tra Berlusconi e Tremonti anche perché, come spesso ripete Berlusconi, "l'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio". Bonaiuti, come impone il suo ruolo di portavoce, conclude la nota di oggi con il monito: "L'obbiettivo è sempre lo stesso, come in casi precedenti: cercare di mettere in difficoltà il governo e le riforme. Questa operazione è destinata comunque al fallimento, allo stesso modo in cui sono fallite iniziative analoghe negli ultimi due anni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: