le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo i bambini è Giuliano Ferrara a cantare per Matteo Renzi. Video e concorso

Dopo l'intramortabile rap "Cavaliere, tienimi da conto Monti", Giuliano Ferrara posta un video su Youtube e dedica una canzone a Matteo Renzi, come risposta polemica al fatto che i bambini della scuola di Siracusa, scelta da Matteo Renzi per il suo comizio settimanale, hanno dovuto cantare un inno al premier. Ed indice un concorso ai lettori: "Inviate parole e note per celebrare il piccolo Principe".

Dopo che i bambini della scuola di Siracusa scelta da Matteo Renzi per il suo comizio settimanale hanno dovuto cantare un inno al premier (video), anche Giuliano Ferrara decide di non essere da meno. Dopo l'intramortabile rap "Cavaliere, tienimi da conto Monti", Giuliano Ferrara posta un video su Youtube dove canta: "Renzi è un piccolo porcellin / Gli vogliam tanto ben / Mai nessuno ci dividerà / Tralla-lla-lla-là / Se Repubblica dice ahimè, dice ahimè / Io dico ohilà / Siam le guardie del lupetto-tto-tto-ttò". Nel suo editoriale, Giuliano Ferrara afferma infatti: "Non sono d 'accordo con Francesco, dico Francesco, Merlo, che trascia (da trash per i francofoni) su Repubblica la canzoncina per Matteo dei bambini. Voglio un'informazione edificante, e usi e costumi rispettosi del potere, dopo quest'orgia grottesca di sparate sporcificanti, di controinformazioni fasulle, di diffamazioni non gratuite, di interessi loschi travestiti da alte idealità. Anzi, caro Francesco, adesso mi metto al lavoro per scrivere un mio testo, in parole e musica, dedicato al giovane presidente del Consiglio che tirerà l'Italia e forse il mondo fuori della sua cupa condizione di tristezza". Infine, Giuliano Ferrara indice anche "un concorso per il Foglio" e invita tutti ad inviare all'indirizzo di posta elettronica "lettere@ilfoglio.it parole e note per celebrare il piccolo Principe, detto anche l'Amorazzo nostro". Anche se oggi il piccolo Principe si è trasformato in Cenerentolo, visto che Matteo Renzi ha perso una scarpa dopo essere uscito questa mattina dalla sede del Nazareno per cercare di evitare i giornalisti che volevano un suo commento prima della riunione a Bruxelles dove il premier ha partecipato al Consiglio dei capi di Stato e di Governo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: