le notizie che fanno testo, dal 2010

Amato, frecciata a M5S: da fuori corso si diventa vicepresidente Camera

Giuliano Amato partecipa ad un convegno sulla Scuola Sant'Anna di Pisa e lancia una frecciata a Luigi Di Maio del MoVimento 5 Stelle: "A chi protesta rispondo che o eliminiamo l'alta formazione, così nessuno è discriminato e siamo tutti fuori corso, che tanto si può diventare vicepresidente della Camera da fuori corso, o permettiamo di accedere all'alta formazione".

Giuliano Amato rimane in pole position come prossimo premier del governo che dovrebbe nascere a breve, a seguito delle consultazioni lampo che sta portando avanti oggi Giorgio Napolitano con tutti i partiti. Se a margine di un convegno sulla Scuola Sant'Anna di Pisa di cui è presidente, Giuliano Amato assicura che se sarà chiamato a guidare il governo "non adotterà patrimoniali né un prelievo forzoso sui conti correnti come nel 1992", nel corso del dibattito invece non risparmia una frecciata che sembra rivolta al MoVimento 5 Stelle. O meglio, ad un pentastellato in particolare, Luigi Di Maio, il 27enne vicepresidente della Camera dei Deputati, studente fuori corso di giurisprudenza. Il convegno a cui ha partecipato Giuliano Amato, insieme al ministro Francesco Profumo, verteva sul tema del merito, visto che la Scuola Sant'Anna di Pisa ha un progetto, con il Ministero dell'Istruzione, per consentire ai più meritevoli di accedere all'istruzione superiore. All'esterno si è svolta però una contestazione contro Amato, a cui il dottor Sottile ha replicato: "Il nostro progetto è quello di lavorare per rimuovere gli ostacoli che impediscono ai giovani di arrivare. A chi protesta rispondo che o eliminiamo l'alta formazione, così nessuno è discriminato e siamo tutti fuori corso, che tanto si può diventare vicepresidente della Camera da fuori corso, o permettiamo di accedere all'alta formazione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: