le notizie che fanno testo, dal 2010

Giornata della Terra 2014: Senato voti delitti ambientali in codice penale

Per salvare anche quel colibrì rosso, quel camaleonte velato, quella medusa quadrifoglio, quello scarabeo, quel pesce palla e quel macaco giapponese che augurano una felice Giornata della Terra 2014 attraverso il doodle di Google di oggi, Legambiente invita ad inviare una email o un post via Twitter con l'hashtag #chiinquinapaghi ai senatori delle Commissioni Ambiente e Giustizia affinché anche Palazzo Madama voti, così come ha già fatto la Camera, l'inserimento dei delitti contro l'ambiente nel Codice penale.

In occasione della Giornata della Terra 2014, che si festeggia oggi 22 aprile 2014, Legambiente lancia un appello al governo Renzi affinché introduca i reati ambientali nel codice penale, ricordando: "In Italia chi inquina suolo e sottosuolo, danneggia il paesaggio, mette a rischio la salute delle persone spesso guadagna cifre astronomiche e se viene raggiunto dalla giustizia può cavarsela con una multa". Legambiente sottolinea quindi: "Il regalo più grande che l'Italia può fare al Pianeta è una legge che punisce i crimini ambientali. - e ricorda - Il Senato ha ora l’opportunità di approvare il provvedimento per inserire i reati ambientali nel codice penale e di affrontare quindi con nuove e più efficaci strumenti una piaga che da molti anni sta devastando il nostro Paese con 30mila reati contro l’ambiente ogni anno". Per Legambiente, questa 44esima Giornata mondiale della Terra rappresenta quindi l'occasione per introdurre finalmente i reati di "delitti ambientali nel codice penale", legge necessaria per portare avanti una "nuova e più efficace forma di lotta contro le ecomafie per impedire nuove situazioni drammatiche come quella della Terra dei Fuochi, di Quirra o della Valle del Sacco". Per salvare quindi anche quel colibrì rosso, quel camaleonte velato, quella medusa quadrifoglio, quello scarabeo, quel pesce palla e quel macaco giapponese che augurano una felice Giornata della Terra 2014 attraverso il doodle di Google di oggi, Legambiente invita ad inviare una email o un post via Twitter con l'hashtag #chiinquinapaghi ai senatori delle Commissioni Ambiente e Giustizia affinché anche Palazzo Madama voti, così come ha già fatto la Camera, l'inserimento dei delitti contro l’ambiente nel Codice penale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: