le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Pagliari: Parma Gestione Entrate, altra brutta pagina della giunta a 5 Stelle

"Quella di Parma Gestione Entrate, società di riscossione del Comune di Parma, è un'altra brutta pagina che la giunta pentastellata e una politica inadeguata e inefficiente fa subire a questa città", afferma in un comunicato il politico dem Giorgio Pagliari.

"Quella di Parma Gestione Entrate, società di riscossione del Comune di Parma, è un'altra brutta pagina che la giunta pentastellata e una politica inadeguata e inefficiente fa subire a questa città. - riflette in una nota il senatore del PD Giorgio Pagliari - Nessuno può esserne contento, ma nessuno può far finta di niente."
"E' un'altra brutta pagina che, ironia della sorte si è aperta nel giorno della lite tra l'ex sindaco, costretto alle dimissioni nel 2011, e l'attuale, su chi dei due ha 'miracolato' Parma (ma di cosa parlano e che città vedono?), riproponendo scenari dell'epoca vignaliana ed evidenziando segni di mancata discontinuità, peraltro più volte denunciati da più parti. - prosegue - 'Ora Parma non si vergogna più' ha dichiarato, proprio oggi, il sindaco. Sì, Parma non si vergogna perché è onesta, ma oggi Parma soffre, come nel 2011, perché la sua immagine viene deturpata dalla corruzione (in senso lato) nata e sviluppatasi nella società comunale. Questo è il dato politico, al netto di quello giudiziario, che è di esclusiva competenza della magistratura. E, ferma la presunzione costituzionale di innocenza, non vi è chi non rimanga impressionato dai reati ipotizzati: accanto al peculato e al falso ideologico, infatti, compare persino l'usura, mai richiamata neppure nell'era vignaliana".
"Su quali basi, il 28 gennaio scorso, l'amministrazione comunale ebbe a dichiarare che tutto era a posto a Parma Gestione Entrate? Come è stato possibile? - domanda quindi l'esponente dem - Questa situazione avrebbe dovuto accertarla, con tutte le conseguenze, l'amministrazione comunale e non il movimento 'Nuovi Consumatori', che, invece, è stato pubblicamente aggredito. Il sindaco ha il dovere di spiegare senza reticenze. E di assumersi tutte le responsabilità come socio di riferimento di PGE. La morale della favola è che Parma, purtroppo attende ancora il 'cambio del libro', di cui avevano creato le premesse le opposizioni consiliari tra il 2007 e il 2011, gruppo del Pd in testa. Ed è constatazione che riempie di tristezza e rilancia l'esigenza del 'Patto per Parma'".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# corruzione# Giorgio Pagliari# Parma# PD# usura