le notizie che fanno testo, dal 2010

Nigeria, Napolitano: quello di Silvano Trevisan "barbaro assassinio"

Giorgio Napolitano parla di "barbaro assassinio" nel descrivere l'uccisione di Silvano Trevisan, il connazionale rapito un mese fa in Nigeria e ucciso dal gruppo estremista Ansaru, cellula di Boko Haram.

Giorgio Napolitano invia un messaggio di cordoglio alla famiglia di Silvano Trevisan, l'ostaggio italiano rapito circa un mese fa in Nigeria dal gruppo islamista estremista Ansaru, cellula di Boko Haram, e ucciso ieri insieme agli altri 6 ostaggi stranieri. Silvano Trevisan, 69 anni, era originario di Santo Stino di Livenza, un comune in provincia di Venezia, e lavorava per impresa di costruzioni libanese Setraco. "Ho appreso con costernazione, dopo ore di ansietà, la dolorosa notizia del barbaro assassinio del connazionale Silvano Trevisan, dopo un lungo sequestro mentre onorava la migliore tradizione del lavoro italiano all'estero. - scrive Napolitano - Nell'esprimere alla famiglia, in questo momento di grande sofferenza, il cordoglio dell'intera nazione e i miei personali sentimenti di solidarietà, mi unisco alla ferma condanna di tutti i paesi colpiti dall'efferato delitto contro ostaggi inermi per riaffermare l'impegno della comunità internazionale nell'assicurare alla giustizia i responsabili, contrastare la minaccia terroristica e garantire la sicurezza del lavoro e delle persone in un'area cruciale per la pace".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: