le notizie che fanno testo, dal 2010

Napolitano "nuovo" Presidente della Repubblica: bis di Re Giorgio

Giorgio Napolitano è il "nuovo" Presidente della Repubblica. Re Giorgio, come lo aveva definito il New York Times, è stato "incoronato" per la seconda volta per "senso di responsabilità verso la Nazione", come specificato dallo stesso Napolitano. Intanto Beppe Grillo grida al colpo di Stato e Stefano Rodotà prende le distanze dal MoVimento 5 Stelle.

Giorgio Napolitano è il "nuovo" Presidente della Repubblica. Mentre lo spoglio della sesta votazione prosegue, il quorum di 504 voti per l'elezione del Presidente della Repubblica è stato finalmente raggiunto e decretato con un lungo e liberatorio applauso da tutte le forze politiche, tranne quelle del MoVimento 5 Stelle che ha continuato a votare per Stefano Rodotà. Per la prima volta, il Presidente della Repubblica italiana è stato eletto per la seconda volta (ma d'altronde per la prima volta da secoli ci sono due Pontefici in vita, anche se uno è rimasto solo emerito). Come d'intesa, mentre Beppe Grillo parla paradossalmente di colpo di Stato e Stefano Rodotà prende le distanze dal MoVimento 5 Stelle dichiarando che "il Parlamento agisce sempre nella legalità", Giorgio Napolitano viene rieletto Capo dello Stato. Ci si avvia quindi ad un Napolitano bis e probabilmente ad un governo "del Presidente", per affrontare le problematiche più urgenti del Paese. Grande attesa, ora, per il discorso di insediamento di Re Giorgio, come lo aveva definito il New York Times vedendoci davvero lungo, "incoronato" per la seconda volta per "senso di responsabilità verso la Nazione", come sottolineato dallo stesso Napolitano accettando la candidatura.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: