le notizie che fanno testo, dal 2010

Napolitano: incontro "urgente e improvviso" con Monti. Fissato martedì

Giorgio Napolitano lascia in anticipo un seminario alla Biblioteca del Quirinale per un incontro "urgente ed improvviso" con Mario Monti. Che però a quanto pare, era stato fissato già da martedì.

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, tanto per non impensierire ancora di più un Paese sull'orlo di una crisi di nervi, a due passi dall'essere un titolo "spazzatura" per Moody's ed ormai da mesi in recessione, annuncia di aver avuto un incontro "urgente e improvviso" con Mario Monti.
Scusandosi per il suo breve intervento al seminario sul diritto costituzionale organizzato alla Biblioteca del Quirinale, Napolitano sottolinea che l'incontro con Monti è "imprevisto come imprevedibile è l'accavallarsi delle scadenze politico-istituzionali interne e internazionali".
Cosa doveva comunicare Mario Monti di così urgente a Napolitano da lasciar in ansia mezzo Paese, quello che le vacanze estive non può permettersele ed attende la tanto annunciata crescita? Il Quirinale e Palazzo Chigi non hanno emesso alcuna nota ufficiale, ma indiscrezioni vorrebbero che Monti abbia chiesto un colloquio con Napolitano, durato circa 70 minuti, per parlare del prossimo vertice europeo in programma venerdì, per riferire sugli incontri del premier avvenuti nel corso della Allen Conference negli Stati Uniti , per fare il punto sulle scadenze dei provvedimenti legislativi e probabilmente per parlare della situazione della Regione Sicilia, che rischia il default.
Insomma, questioni molto importanti, ma forse non tali da far fissare un incontro "urgente e improvviso". Ed infatti, dopo poco, viene fatto trapelare che il colloquio era stato fissato già ieri.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: