le notizie che fanno testo, dal 2010

Napolitano: evitare premature categoriche determinazioni di parte

Giorgio Napolitano raccomanda "a qualsiasi soggetto politico misura, realismo, senso di responsabilità" perché "abbiamo tutti il dovere di salvaguardare l'interesse generale e l'immagine internazionale del Paese, evitando premature categoriche determinazioni di parte". Appello che probabilmente arriverà diritto al cuore di Beppe Grillo, che due giorni si è tolto il cappello davanti al "suo" Presidente della Repubblica.

Giorgio Napolitano in una nota chiarisce che al suo rientro dalla Germania ha potuto "prendere meglio visione delle prese di posizione apparse sulla stampa italiana in ordine alle prospettive post elettorali". "Sono state affacciate - sia da analisti e commentatori sia da esponenti politici - le ipotesi più disparate circa le soluzioni da perseguire" fa notare il Capo dello Stato, aggiungendo: "Nel ribadire attenzione e rispetto per ogni libero dibattito e, soprattutto, nel riservarmi ogni autonoma valutazione nella fase delle previste consultazioni formali con le forze politiche rappresentate in Parlamento, mi permetto di raccomandare a qualsiasi soggetto politico misura, realismo, senso di responsabilità anche in questi giorni dedicati a riflessioni preparatorie.". Giorgio Napolitano chiarisce quindi: "Abbiamo tutti il dovere di salvaguardare l'interesse generale e l'immagine internazionale del Paese, evitando premature categoriche determinazioni di parte". L'invito di Napolitano sembra essere chiaro. Prima di "condannare" l'Italia a nuove elezioni, tutte le forze politiche in campo facciano il necessario per trovare una soluzione condivisa per il bene comune dell'Italia. L'appello potrebbe essere rivolto al PD, che in quest'ottica non dovrebbe chiudere la porta in faccia al PDL. Ma anche, e forse soprattutto, al MoVimento 5 Stelle, il cui capo politico ha più volte dichiarato che non voterà la fiducia a nessun governo targato PD e neanche PDL. L'esortazione del Capo dello Stato, potrebbe ipotizzare qualcuno, toccherà sicuramente il cuore di Beppe Grillo, che solo due giorni fa si è tolto il cappello davanti al "suo" Presidente della Repubblica ritenendo Giorgio Napolitano "un italiano che ha tenuto la schiena dritta".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: