le notizie che fanno testo, dal 2010

Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni: poca fiducia di quel che dice Matteo Renzi

In attesa del discorso programmatico di Matteo Renzi al Senato, dove chiederà il voto di fiducia, Giorgia Meloni, a margine del voto alle primarie di Fratelli d'Italia-Allenaza Nazionale a cui hanno partecipato ben 250mila persone, ricorda: "Ho imparato che ci si deve fidare poco di quello che dice Renzi, che fino ad ora ha fatto l'esatto contrario di tutto quello che ha asserito, dal 'Letta stai sereno' a 'quando io andrò al governo ci saranno solo 10 ministri' ".

In attesa del discorso programmatico di Matteo Renzi al Senato, dove chiederà il voto di fiducia, Giorgia Meloni ribadisce: "Fratelli d'Italia non può votare la fiducia a questo governo". A margine del voto alle primarie di FdI-An che si sono svolte ieri in tutta Italia, a cui hanno partecipato ben 250mila persone, Giorgia Meloni chiarisce: "Niente può cambiare il giudizio di Fratelli d'Italia sulla genesi del governo Renzi: è frutto di un gioco di palazzo, è un banale rimpasto che non ha nessun elemento di discontinuità con l'esecutivo Letta". La Meloni quindi si interroga: "Cosa cambia, dunque, a parte le terga che siedono sulla poltrona di presidente del Consiglio è oscuro agli italiani". Giorgia Meloni quindi promette che Fratelli d'Italia fa e continuerà a fare "politica nell'interesse degli italiani", spiegando che i provvedimenti che Matteo Renzi porterà in Parlamento saranno "valutati nel merito", riflettendo: "Se ne porterà uno per abbassare le tasse ovviamente lo voteremo". Dopo le dichiarazioni di Graziano Delrio sul possibile aumento della tassazione sui Bot, però, tale percorso sembra già in salita. Ed infatti, Giorgia Meloni sottolinea: "Ho imparato, però, che ci si deve fidare poco di quello che dice Renzi, che fino ad ora ha fatto l'esatto contrario di tutto quello che ha asserito, dal 'Letta stai sereno' a 'quando io andrò al governo ci saranno solo 10 ministri'".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: