le notizie che fanno testo, dal 2010

Cessione mare alla Francia, Meloni: Parlamento non ratifichi accordo

"Il 21 marzo 2015 il 'compagno' di Renzi, Gentiloni, ha firmato un trattato con la Francia in cui cedeva ampie zone di acque italiane ai cugini d'oltralpe. Chiedo al Parlamento di non ratificare questa ennesima infamia contro l'Italia", da FdI una dichiarazione di Giorgia Meloni.

"Il 21 marzo 2015 il 'compagno' di Matteo Renzi, Paolo Gentiloni, ha firmato un trattato con la Francia in cui cedeva ampie zone di acque italiane ai cugini d'oltralpe. - riferisce Giorgia Meloni in un comunicato - Di tutto ciò il popolo italiano ne è rimasto all'oscuro a tal punto che alcuni nostri pescherecci sono stati bloccati e addirittura sequestrati dalle autorità francesi. E' evidente che il governo Renzi ha accettato la cessione di zone di mare a nord della Sardegna non informando il Parlamento".
"Da quando nel 2011 è stato rimosso l'ultimo governo eletto dal popolo, l'Italia ha rinunciato a difendere i propri interessi nazionali. - denuncia l'esponente di Fratelli d'Italia - Con Monti, Letta e Renzi sono stati sacrificati i cittadini italiani per arricchire le lobby bancarie e finanziarie. Ora, in una progressione di stupidità e meschinità, assistiamo all'atto più miserevole degli ultimi anni: Renzi cede alla Francia pezzi di mare italiano davanti a Liguria e Sardegna. Non ci risulta di aver combattuto e perso una guerra negli ultimi anni contro i francesi che giustifichi la cessione di territorio italiano. Faccio un appello ai parlamentari italiani, rappresentanti del popolo e non delle lobby: chiedo al Parlamento di non ratificare questa ennesima infamia contro l'Italia."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: