le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Unar, Meloni: Renzi tace, risposto Mattarella e Boldrini

"Ho inviato tre lettere dopo aver ricevuto una missiva di censura dall'Unar: hanno risposto Sergio Mattarella e Laura Boldrini. Matteo Renzi tace", da Fratelli d'Italia una dichiarazione di Giorgia Meloni.

"Ho inviato tre lettere dopo aver ricevuto una missiva di censura dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Unar: la prima al premier Matteo Renzi per sapere quali leggi conferiscono al Governo e all'Unar il potere di censurare le opinioni di un italiano e di un parlamentare, tutelate dalla Costituzione; la seconda al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Capo dello Stato e massimo garante della Carta Costituzionale; la terza alla presidente della Camera Laura Boldrini, per chiederle di rivendicare al Governo la difesa dell'indipendenza e della insindacabilità dei parlamentari sancite dalla nostra Carta costituzionale" ricorda in un comunicato la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.
"Ha risposto il Presidente della Repubblica Mattarella: mi ha ricevuta ieri al Quirinale e nel corso dell'incontro ha ribadito, in qualità di Garante della Costituzione, che considera una anomalia la lettera di un ufficio del Governo che richiama un parlamentare per le posizioni espresse. - riferisce quindi la Meloni - Ha risposto la Presidente della Camera Boldrini: mi ha inviato una lettera nella quale si dice d'accordo con me sull'esigenza di tutelare la libertà di espressione dei membri delle Camere in coerenza con la Costituzione e per questo ha scritto anche al Governo". La deputata quindi precisa: "Non ha risposto il Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi: da lui silenzio totale. - aggiungendo - Renzi, evidentemente, non ha avuto modo di esprimere un parere in questi giorni. Rilancio dunque, per l'ennesima volta, la mia richiesta al capo del Governo: Renzi dica cosa intende fare per evitare che gli italiani continuino a essere raggiunti da lettere di censura di Palazzo Chigi. Attendiamo che il Presidente del Consiglio e che questo Governo dicano se ai parlamentari dell'opposizione è ancora data la facoltà e la possibilità di dire quello che pensano."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: