le notizie che fanno testo, dal 2010

Gigi D'Alessio dà buca alla Moratti: non era una festa, ma una guerra

Gigi D'Alessio, all'ultimo minuto, dà buca a Piazza Duomo dove era atteso per chiudere la campagna elettorale di Letizia Moratti. Il cantante spiega di essersi sentito "minacciato" dagli innumerevoli messaggi apparsi su Facebook.

Gigi D'Alessio, all'ultimo minuto, dà buca a Piazza Duomo dove era atteso per chiudere la campagna elettorale di Letizia Moratti. La presenza del cantante napoletano aveva suscitato già diverse reazioni fin dall'annuncio della sua partecipazione, e in particolar modo la sua pagina di Facebook era stata inondata di messaggi, alcuni dei quali pesanti e "minacciosi", come li definisce Gigi D'Alessio. "Io mi sono sentito minacciato e onestamente ho avuto paura e me ne sono andato via - ha spiegato in serata il cantante, come riporta l'Ansa - Io credevo di partecipare a una festa, pensavo fosse una festa per la musica, per la Moratti, per il Pdl. Ma quando ho ricevuto tutte minacce da parte di chi ha un giro politico diverso, diciamo dalla sinistra, mi sono sentito così male che ho pensato di ritornare". Gigi D'Alessio ha anche specificato che tra le altre cose si è "anche risentito su delle parole che qualche esponente della Lega ha detto". Indirettamente gli risponde dal salotto di Annozero il leghista Matteo Salvini che ha invece precisato come da parte della Lega non ci siano state minacce di alcun tipo, tanto che lui si era anche detto, ricorda, disponibile "a fare un duetto con lui sul palco". Ad annunciare dal palco di Piazza Duomo il forfait di Gigi D'Alessio è stata Iva Zanicchi, che inizialmente annuncia un collegamento telefonico col cantante che però alla fine non avviene. La delusione dei fan allora si manifesta anche con diversi sfottò, tanto che dalla platea, che teoricamente era riunita per Letizia Moratti, si alza un coro di "Pisapia, Pisapia". Alla fine è Red Ronnie (anche lui giorni fa preso di mira su Facebook da chi non ha apprezzato alcune sue dichiarazioni) a chiamare Gigi D'Alessio per placare gli animi, e il cantante ribadisce: "Pensavo di partecipare ad una festa e invece era una guerra e quindi ho ritenuto opportuno non venire - aggiungendo - Sono stato bersagliato da tanti messaggi brutti e per la mia incolumità e ho deciso di andare via da Milano, per non creare ulteriori problemi". Prima di chiudere Gigi D'Alessio ha precisato che lui è sempre "stato onorato di suonare a Milano, anche in Piazza Duomo" sottolineando però che in questo momento "c'è un brutto clima". A quel punto è salito sul palco il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che strappa una promessa al cantante: "Se la Moratti vince, allora la settimana successiva faremo una grande festa a Milano con Gigi D'Alessio e Van der Sfroos". Dal suo blog, Gigi D'Alessio comunica che comunque venerdì 27 maggio parteciperà "alla festa in Piazza del Plebiscito a Napoli", sempre per sostenere il candidato del centrodestra, Lettieri, sottolineando come sia certo che nella sua città troverà "un clima totalmente diverso".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: