le notizie che fanno testo, dal 2010

Alemanno: governo a trazione Lega? Mozione in Parlamento su Ministeri

Gianni Alemanno non è più disposto a "considerare gli appelli della Lega delle buffonate" perché le richieste insistenti di Umberto Bossi e dei suoi di spostare alcuni Ministeri da Roma al Nord cominciano "ad essere troppo oltre i limiti costituzionali".

Gianni Alemanno non è più disposto a "considerare gli appelli della Lega delle buffonate" perché le richieste insistenti di Umberto Bossi e dei suoi di spostare alcuni Ministeri da Roma al Nord cominciano "ad essere troppo oltre i limiti costituzionali". "Ci vuole una prima forte verifica parlamentare su questa situazione" afferma il sindaco di Roma Alemanno dopo Pontida, sottolineando che la mozione che sarà presentata in Parlamento dovrà "ribadire con forza che i ministeri devono stare a Roma" e "condannare gli atteggiamenti della Lega". Gianni Alemanno chiede quindi a Silvio Berlusconi un "chiarimento netto e definitivo" perché "non si può andare avanti con gli ultimatum della Lega, sennò il governo diventa a trazione leghista". Berlusconi quindi sembra avere un altro problema da risolvere. Se infatti per tenere salda la maggioranza alcune richieste di Pontida sembrano già essere state messe nel "programma" che il premier porterà martedì e mercoledì al Senato e alla Camera, dall'altra la coalizione potrebbe cominciare a frantumarsi proprio dall'interno, visto che Gianni Alemanno sembra chiaro quando sottolinea che "per mantere in vita un governo" non si può sacrificare la Capitale, concludendo il suo ragionamento con un secco: "Poi se il governo tiene bene, se no ne prenderemo atto".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: