le notizie che fanno testo, dal 2010

Pini (Lega Nord): in Libia inconsistenza Gentiloni, impossibile aspettare governo di unità nazionale

"L'inconsistenza del governo italiano sul palcoscenico internazionale è ormai un preoccupante dato di fatto. Si ha la netta percezione dell'assoluta inconsistenza sul piano internazionale dell'autorevolezza del ministro Paolo Gentiloni e del governo italiano. E' impossibile ormai arrivare ad un solo governo di unità nazionale in Libia", commenta in un comunicato l'esponente leghista Gianluca Pini.

"L'inconsistenza del governo italiano sul palcoscenico internazionale è ormai un preoccupante dato di fatto. Fra il pasticcio delle due Vanesse, quest'ultima situazione mal gestita in cui purtroppo sono morti due connazionali e il caos del rimpatrio delle salme, si ha la netta percezione dell'assoluta inconsistenza sul piano internazionale dell'autorevolezza del ministro Paolo Gentiloni e del governo italiano. C'è un assoluto bisogno di chiarezza" riflette in un comunicato il parlamentare della Lega Nord Gianluca Pini.
"Non dimentichiamoci che lo stesso Gentiloni, domenica scorsa aveva detto che le salme dei due italiani sarebbero rientrate nel nostro paese entro 24 ore. Ad oggi, invece, siamo ancora qui a discutere come e quando finalmente le famiglie potranno veder terminata questa storia straziante. - sottolinea - Non possiamo attendere la nascita di un governo unitario che assomiglia sempre più alla fantomatica moglie del tenente Colombo. Viene sempre nominata ma nessuno l'ha mai vista e la vedrà mai".
"E' impossibile ormai arrivare ad un solo governo di unità nazionale. - prosegue l'esponente del Carroccio - Si deve partire da tre entità distinte con cui poi andare a trattare. Tre 'nuove Libie'. Una che faccia capo a Tripoli, l'altra a Tobruk e un'altra nel versante sud del paese. Solo in questo modo si riuscirebbero a stabilizzare le tensioni tra le 1538 tribù presenti che avrebbero così tre leader diversi con cui relazionarsi. In questo contesto sarebbe poi più semplice un intervento militare per contrastare, sotto l'intervento dell'ONU, l'avanzata dell'ISIS"

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: