le notizie che fanno testo, dal 2010

Fini: sostegno leale a Monti. Vendola: nel governo ombre di lobby

Gianfranco Fini afferma che "il governo Monti è l'ultimo governo in grado di fare uscire l'Italia dalla crisi" promettendo "sosegno leale". Da Facebook Nichi Vendola esterna qualche dubbio.

L'arrivo di Mario Monti sembra essere davvero un "miracolo" come lo definisce Enrico Letta, visto che da destra come da sinistra pare esserci l'appoggio incondizionato al suo governo, anche se le misure che l'economista prenderà non sono ancora ben chiare, tranne per il fatto che per gli italiani si prospettano anni di "sacrifici". Anche Gianfranco Fini sembra infatti convinto che "il governo Monti è l'ultimo governo in grado di fare uscire l'Italia dalla crisi. Se fallisce, non fallisce Monti ma l'Italia intera", tanto che qualche elettore si sarà probabilmente chiesto perché l'intera classe politica non si dimetta all'istante, visto che pare non in grado, a detta degli stessi protagonisti, di guidare il Paese. Mentre Enrico Letta scrive a Mario Monti "dimmi forme e modi con cui posso esserti utile dall'esterno. Sia ufficialmente (Bersani mi chiede per esempio d'interagire sulla questione dei vice) sia riservatamente", Gianfranco Fini promette poi "sostegno leale a un governo che nasce con una montagna di problemi da superare". Nichi Vendola, finora, sembra essere l'unico ad esternare qualche dubbio sul futuro operato di Monti e del suo governo, e da Facebook ricorda che "l'anomalia del governo Berlusconi risiedeva nella commistione tra pubblico e privato. Creare discontinuità significa mettere una linea di demarcazione netta tra interesse privato e interesse collettivo, e proclamare il primato del bene collettivo, rispetto agli interessi lobbistici" precisando quindi che "da questo punto di vista, mi dispiace, con tutta la simpatia e il rispetto per il professor Monti e il suo governo, anche in quel Gabinetto c'è qualche ombra che danza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: