le notizie che fanno testo, dal 2010

Dossier Fini, Zanda: governo garantisca che servizi non sono coinvolti

Sul dossieraggio riguardo la vicenda Fini e la casa di Montecarlo, il vicepresidente dei senatori del PD Luigi Zanda annuncia che presenterà una interrogazione, perché "è assolutamente urgente che il governo italiano garantisca che i nostri servizi segreti non sono coinvolti".

Sul dossieraggio riguardo la vicenda Fini e la casa di Montecarlo, il vicepresidente dei senatori del PD Luigi Zanda annuncia che presenterà una interrogazione, perché "è assolutamente urgente che il governo italiano garantisca, in modo formale davanti al Parlamento, che i nostri servizi segreti non sono coinvolti né direttamente né indirettamente, con propri consulenti o collaboratori, nelle vicende di dossieraggio che avrebbero avuto origine nei Caraibi e che riguardano il presidente Fini".
In un comunicato Zanda spiega che fare chiarezza è essenziale, visto che "si tratta di una vicenda che riveste un'importanza primaria per quel che riguarda la sicurezza delle Istituzioni democratiche del nostro Paese".
Il il senatore Zanda è "indispensabile che il governo garantisca la completa estraneità di organi o persone da lui dipendenti o in qualche modo accreditate" concludendo che "per di più il luogo geografico dove l'operazione di dossieraggio sarebbe stata compiuta è un'isola dei Caraibi, luogo noto anche per essere spesso frequentato da personaggi italiani di dubbia o pessima reputazione, operativi anche in altri Paesi dell'America Latina".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: