le notizie che fanno testo, dal 2010

Terremoto Centro Italia, Giuliani avvisa: incremento anomalo del radon

Il ricercatore Giampaolo Giuliani avverte che alle stazioni di Ripa Fagnano e Coppito c'è un incremento anomalo dei flussi di radon, che potrebbero causare terremoti almeno di magnitudo 3.

"Scuate l'ora insolita: dalle stazioni di Ripa Fagnano e Coppito osserviamo un incremento anomalo sulle variazioni dei flussi di Radon" avverte questa notte Giampaolo Giuliani.
"Le anomalie rilevate al momento ancora in fase di evoluzione, - specifica il ricercatore - non indicano un imminente rilascio per un forte accadimento nel cratere dell'Appennino del centro Italia, anzi, per le prossime 6/24 ore ci saranno ancora repliche con possibili eventi sulla scala del 3° grado".

"Non potendo ancora sapere, quale sarà nelle prossime 24/36 ore la fase evolutiva dei flussi di radon che al momento tendono all'incremento, ci permettiamo di ricoradre a tutti le solite precauzioni. - spiega quindi Giuliani - Al momento non siamo certi che l'evoluzione possa riguardare proprio il nostro cratere, nonostante ciò sarà utile, visto che viviamo in zona sismica ad alto rischio, essere sempre preparati. Non bisogna né lasciarsi prendere dal panico, né gridare all'allamismo, semplicemte dobbiamo essere consci, di ciò che la natura potrebbe riservare". "Seguiremo l'evoluzione degli eventi come al solito e se ci saranno novità, cercheremo di trasmetterle per tempo" viene quindi assicurato.

© riproduzione riservata | online: | update: 16/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

argomenti correlati:
Giampaolo Giuliani Italia natura
social foto
Terremoto Centro Italia, Giuliani avvisa: incremento anomalo del radon
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI