le notizie che fanno testo, dal 2010

Saadi Gheddafi in Niger, ma non in arresto, solo "sotto sorveglianza"

Saadi Gheddafi, terzogenito del dittatore libico, dai più conosciuti per il fatto di essere un calciatore, è scappato dalla Libia per ripararsi in Niger. Gli USA spiegano che sarà "arrestato" ma lo stato nigeriano precisa: è solo "sotto sorveglianza".

Saadi Gheddafi, terzogenito del dittatore libico, dai più conosciuti per il fatto di essere un calciatore, militando anche in Italia nel Perugia, nell'Udinese e nella Sampdoria, pare che sia sotto "osservazione" del governo nigeriano. Sembra infatti che Saadi Gheddafi sia riuscito a fuggire dalla Libia chiedendo al Niger asilo per "motivi umanitari". Il dipartimento di Stato degli USA spiega che il governo nigeriano trasferirà Saadi "nella capitale Niamey, dove intendono arrestarlo", ma in seguito il Niger, pur sottolineando di continuare a riconoscere il CNT come attuale legittimo rappresentante delle Libia e prometendo di mantenere gli impegni presi, precisa che contro Saadi Gheddafi "non è stato spiccato alcun mandato internazionale" e, come gli altri 32 fedelissimi del regime libico rifugiatisi nel Paese, è solo "sotto sorveglianza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: