le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia: Gheddafi colpisce ancora. In pericolo Misurata e Ben Jawad

Il colonnello Gheddafi "resiste" attaccando i ribelli con tutto il fuoco "pesante" possibile. La rivoluzione è stata ricacciata a Ben Jawad, si prepara l'attacco del dittatore a Misurata. I potenti mezzi dell'"alleanza" attaccano le imbarcazioni del colonnello nella costa di Misurata.

In Libia Gheddafi è davvero "duro a morire". Armato fino ai denti dai suoi ex amici, reso ricco e temporaneamente "onnipotente" dall'occidente, vuole chiaramente vendere cara la pelle. Così da Ben Jawad arrivano le testimonianze dei coraggiosi cronisti della Reuters che raccontano della forza immutata delle milizie del dittatore che attaccano i ribelli con durezza. Razzi e mitragliatrici pesanti, magari anche made in Italy sono usate contro i rivoltosi dall'esercito del colonnello Gheddafi che è riuscito a spingere i ribelli ad arroccarsi a Ben Jawad, a circa 150 chilometri da Sirte (città natale del dittatore). Ma Gheddafi avanza anche verso Misurata, ancora parzialmente in mano ai ribelli, e si teme un massacro, visto che le truppe procedono con carri armati, mortai e artiglieria pesante. Gli "alleati" sembra che, dalle notizie ancora non confermate, stiano attaccando imbarcazioni appartenenti al regime sulle coste davanti a Misurata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# denti# esercito# Gheddafi# Libia# pelle