le notizie che fanno testo, dal 2010

Gheddafi accetta Road Map UA: dare chance ad un cessate il fuoco

Gheddafi avrebbe accettato la Road Map proposta dall'Unione africana, che chiede a questo punto di "dare una chance a un cessate il fuoco". Chiunque ha il potere di fermare la guerra in Libia ha quindi anche il dovere di dare alla pace un'altra possibilità.

Ieri è giunta a Tripoli, per incontrare il colonnello Gheddafi, una delegazione dell'Unione Africana con il chiaro intento di cercare una mediazione in Libia, tanto che nei prossimi giorni incontrerà anche a Bengasi il Consiglio Nazionale provvisorio dei ribelli. Il gruppo di mediatori è composto dai presidenti del Sudafrica, del Mali, della Mauritania, dell'Uganda e della Repubblica del Congo e presieduto dal presidente mauritano Mohamed Ould Abdel Aziz. Già prima di incontrare Gheddafi, la delegazione dell'Unione africana aveva invitato alla cessazione delle ostilità, per cominciare ad avviare un periodo di transizione in Libia. Dopo l'incontro, in tarda serata, l'annuncio che Gheddafi avrebbe accettato la Road Map proposta dall'UA, come d'altronde il colonnello aveva già preannunciato a fine marzo. A darne notizia il presidente sudafricano Jacob Zuma che ha confermato che "la delegazione del fratello-leader (Gheddafi, ndr) ha accettato la Road Map presentata da noi - aggiungendo - dobbiamo dare una chance a un cessate il fuoco". Una chance che a questo punto dovrebbe essere accolta non solo dai ribelli ma anche dalle forze della NATO, che continua a bombardare obiettivi in Libia, pare anche con uranio impoverito, presente secondo Massimo Zucchetti, docente di impianti nucleari al Politecnico di Torino, nei missili Tomahawk e Cruise. Come riporta Terra (http://is.gd/GpU5K7) in una articolo di Rossella Anitori, Massimo Zucchetti avverte che "bisogna combattere la nube di disinformazione in cui ci stanno immergendo. Così come è stato fatto in Bosnia, in Iraq e in Afghanistan, stiamo cospargendo la Libia di un materiale radioattivo nocivo alla salute - concludendo - L'uranio impoverito che la NATO sta usando contro la Libia è un crimine contro l'umanità".
A questo punto, quindi, oltre a dare una "chance a un cessate il fuoco", chiunque ha il potere di fermare la guerra in Libia ha anche il dovere di dare alla pace un'altra possibilità, come cantava il pacifista John Lennon in "Give Peace a Chance".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: