le notizie che fanno testo, dal 2010

Bundesbank contro Renzi. Mogherini: non c'è crisi diplomatica con Germania

Dopo il deludente discorso di Matteo Renzi al Parlamento europeo, la Germania ironizza, con il presidente della Bundesbank Jens Weidmann che da Berlino sottolinea: "Renzi ora ci dice cosa fare". Piccata la replica di Palazzo Chigi: "Se la Bundesbank pensa di farci paura forse ha sbagliato governo". Federica Mogherini assicura: "con la Germania non c'è una crisi diplomatica".

Dopo il deludente discorso di Matteo Renzi al Parlamento europeo, la Germania ironizza, con il presidente della Bundesbank Jens Weidmann che da Berlino sottolinea: "Renzi ora ci dice cosa fare, ma fare più debiti non è il presupposto della crescita. - e ancora - Le riforme non devono essere solo annunciate ma anche realizzate". Il presidente della Bundesbank quindi avverte: "I tassi sui titoli di Stato italiani e spagnoli non sono mai stati così bassi". Wolfgang Schäuble, ministro delle Finanze tedesco, rincara la dose chiarendo: "Rifiuto il tema della flessibilità". Tali critiche si vanno ad aggiungere a quelle già espresse dal capogruppo Ppe, il tedesco Manfred Weber (Cdu), che ha attaccato il premier italiano Matteo Renzi durante il discorso di inaugurazione del semestre di presidenza italiana della UE. Sarebbe stata piccata la replica di Palazzo Chigi a Weidmann, con il premier che avrebbe commentato (secondo alcune fonti riportate dai maggiori quotidiani): "Se la Bundesbank pensa di farci paura forse ha sbagliato Paese. Sicuramente ha sbagliato governo". Ci pensa il ministro degli Esteri Federica Mogherini a calmare le acque, assicurando che con la Germania "non c'è una crisi diplomatica" ma solo una "discussione politica" su come "interpretare il patto di stabilità". Intervenendo a Radio Capital, la Mogherini precisa: "C'è un filo diretto tra Italia e Germania, tra me ed il ministro degli Esteri Steinmeier e tra Matteo e Angela Merkel. - aggiungendo - Bisogna uscire dall'idea di un'Italia e dei Paesi del sud Europa contro quelli del Nord perchè abbiamo obiettivi comuni" perché "si tratta di capire come condividere questa volontà e trovare strumenti concreti per uscire dalla crisi e rilanciare l'economia europea". Pronto a rassicurare anche il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, che promette: "Non c'è nessun problema con la Germania. - evidenziando - Ieri ho avuto un lungo colloquio con il mio amico Schäuble".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: