le notizie che fanno testo, dal 2010

Jolly Nero si schianta in porto Genova: 7 morti. Un disperso trovato vivo

Sale a 7 il bilancio dei morti causati dallo schianto della nave Jolly Nero nel porto di Genova, dove è crollata, in mare, la torre di controllo dei piloti. Uno dei due dispersi è stato da poco ritrovato "malconcio, ma vivo". Sono invece 4 i feriti. Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi è partito questa mattina per Genova.

Sale a 7 il tragico bilancio delle vittime al porto di Genova, dove ieri sera, intorno alle ore 23:00, la nave Jolly Nero della società Messina si è schiantata sul Molo Giano durante le operazioni per uscire dal porto, provocando il crollo, in mare, della Torre di controllo dei piloti, struttura in cemento e vetro alta oltre 50 metri. Un operatore che ha lavorato per anni nella Torre di controllo ricorda che "già quando c'era vento forte l'ascensore si fermava" e che quindi non si faceva appoggiare "neanche i rimorchiatori perché creavano vibrazioni. Mai più ci si aspettava che una nave appoggiasse la poppa". La torre di controllo è stata colpita dal fianco sinistro della poppa della nave, carica di container. Lo schianto della Jolly Nero, attualmente sotto sequestro, è avvenuto nel momento del cambio di turno, e sulla torre di controllo c'erano persone tra militari e uomini della Corporazione piloti. Tra i 7 morti, identificati tre militari della Guardia costiera e un pilota. Rimane invece un disperso, poiché pochi minuti fa è stato recuperato vivo il secondo disperso. Si tratterebbe di uno dei piloti del porto, Maurizio Potenza, trovato dai soccorritori "po' malconcio, ma vivo" sotto le macerie della torre ci controllo. Sono invece 4 sono i feriti, due ricoverati in codice rosso, altri due sono in condizioni meno gravi. I quattro feriti si sarebbero salvati perché sarebbero riusciti a gettarsi in mare prima del crollo della torre. Sulla torre di controllo del porto di Genova, infatti, in tutto c'erano 13 persone. I sommozzatori dei vigili del fuoco continuano a scandagliare il fondo del porto, così come hanno fatto per tutta la notte. Secondo le prime testimonianze, la nave Jolly Nero avrebbe avuto una avaria ai motori che l'ha resa ingovernabile, anche se il presidente dell'Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo, ha sottolineato ''di certo non doveva essere li. Una nave di quelle dimensioni non può far manovra in quella zona''. Il sindaco Marco Doria ha proclamato il lutto cittadino. Sconvolto l'armatore, Stefano Messina, che afferma: "Una cosa così non era mai successa nell'intera storia del nostro gruppo'', anche se in questi anni si contano molti "incidenti" delle Jolly. ll ministro dei Trasporti Maurizio Lupi è partito per Genova per una "immediata riunione operativa con autorità portuale, capitaneria di Porto e magistratura", facendo sapere di essere "vicino alle vittime e ai familiari". Alle ore 15:00 il ministro Lupi dovrebbe partecipare al Question time alla Camera e riferire sulla vicenda. Intanto, la Procura di Genova ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: