le notizie che fanno testo, dal 2010

Freedom Flotilla: tra poco Estelle in Italia, servono donazioni

La terza Freedom Flotilla, Estelle, prima di tentare la via per la Striscia di Gaza farà sosta a La Spezia e a Napoli. Importante l'adesione ed il supporto, anche economico, per l'iniziativa di pace, dato che Estelle, come la Freedom Flotilla, è indipendente da qualunque governo (o fazione politica) e completamente autofinanziata.

Mentre la tensione a Gaza rimane alta, con la vita dei Palestinesi che continua ad essere sempre più difficile per via della distruzione progressiva, da parte dell'esercito egiziano, dei "tunnel della sopravvivenza" (che rappresentano l'unico passaggio "da e per Gaza" non controllato da Israele) anche in Italia, tra breve, ricomincerà il dibattito "pubblico" sull'assedio israeliano. Il motivo della discussione sarà certamente l'arrivo, previsto a fine settembre, della terza Freedom Flotilla, chiamata Estelle. Estelle, che sta raccogliendo adesioni in tutto il mondo, arriverà nei porti di La Spezia e Napoli in cui si svolgeranno iniziative e dibattiti aperti a tutti. Il coordinamento italiano della Freedom Flotilla lancia ancora una volta l'appello per la sottoscrizione delle donazioni "per coprire le spese delle tappe italiane di Estelle, spese che comprendono le tasse portuali, l'equipaggio, il carburante, la manutenzione, ecc.", poiché si spiega: "La scelta di fondo della Freedom Flotilla è quella di essere indipendente da qualunque governo o fazione politica, di non chiedere e non ricevere finanziamenti che sarebbero in contrasto con la volontà di essere un'iniziativa popolare, autogestita e, quindi, autofinanziata". Per donare un contributo ad Estelle, tutte le istruzioni sono sul sito del Coordinamento Freedom Flotilla Italia – Benvenuti in Palestina .

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: