le notizie che fanno testo, dal 2010

Rampelli (Fratelli d'Italia): perché Fitto mormora su accordo centrodestra?

"Noto che alcune personalità del centrodestra che hanno spesso rimproverato Berlusconi per aver fatto scelte poco chiare, non hanno festeggiato la decisione presa da Berlusconi, Meloni e Salvini di correre uniti alle amministrative di maggio con candidati di centrodestra. In particolare Raffaele Fitto", così in una nota Fabio Rampelli da FdI-An.

"Noto che alcune personalità del centrodestra che hanno spesso rimproverato Berlusconi per aver fatto scelte poco chiare, la più eclatante delle quali è stata il Patto del Nazareno con Renzi e il PD, non hanno festeggiato la decisione presa da Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini di correre uniti alle amministrative di maggio con candidati di centrodestra, anche civici ma di centrodestra" osserva in una nota Fabio Rampelli, precisando: "In particolare Raffaele Fitto deve sapere che sulla questione primarie Fratelli d'Italia resta più che disponibile, ma il metodo di selezione dei candidati sindaci non può essere più importante del merito. L'eventuale corsa alle primarie dovrebbe comunque essere circoscritta a personalità che possano affrontare i temi della sicurezza, dei nomadi, dell'accoglienza, dell'abusuvismo, della famiglia con l'approccio valori sole del centrodestra".
"L'innovatore Fitto vorrebbe sostenere come novità positiva per la coalizione il trasformismo e il ribaltonismo? La presenza di 'Marxini' ( come i romani hanno soprannominato lo storico imprenditore comunista, Marchini ) sarebbe davvero imbarazzante visto che Alfio è di sinistra al punto da aver fatto professione di fede per il PD, fino a raccogliere e depositare le firme per partecipare alle primarie del PD meno di tre anni fa" ricorda l'esponente di Fdi-An, aggiungendo: "Sarebbe un record da guinness fare due primarie in tre anni, una con il centrosinistra è una con il centrodestra".
"Se Fitto vuole affrontare l'argomento seriamente ben venga la proposta di un candidato di centrodestra con il quale gli altri pretendenti di potranno confrontarsi. - conclude Rampelli - Ma suona strano che chi è uscito dal PdL sostenendo di non condividere la deriva inciucista oggi ci proponga un candidato così. Francamente sono stupito".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: