le notizie che fanno testo, dal 2010

Marino si dimette. Mollicone (Fratelli d'Italia): no commissariamenti a Roma

"Abbiamo cacciato Ignazio Marino. Esortiamo Renzi ed Alfano ad andare a nuove elezioni, superando l'ipotesi di commissariamenti ridicoli e di parte che risulterebbero inefficaci e controproducenti", da FdI una nota di Federico Mollicone.

"Abbiamo cacciato Ignazio Marino. Finalmente, dopo una lunghissima opposizione intransigente di cui ringraziamo il capogruppo Fabrizio Ghera, con l'ultima denuncia in Procura sui rendiconti abbiamo inferto il colpo di grazia al primo cittadino, colpevole della paralisi della Capitale. Ora c'è poco da aggiungere e dopo aver festeggiato, esortiamo Renzi ed Alfano ad andare a nuove elezioni, superando l'ipotesi di commissariamenti ridicoli e di parte che risulterebbero inefficaci e controproducenti. Non è più possibile rimandare, occorre assicurare a Roma un nuovo sindaco, finalmente capace, tanto più che i tempi tecnici per il voto ci sono. L'epitaffio politico di Ignazio Marino è chiaro: 'Fece la fine di Cola di Rienzo' metaforicamente parlando si intende, odiato da tutti i romani anche quelli che lo avevano votato" dichiara in una nota Federico Mollicone, responsabile nazionale comunicazione di Fratelli d'Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: