le notizie che fanno testo, dal 2010

Fratelli d'Italia, Rampelli: Marchini vive di affari finanziari, non adatto a sindaco

"Non ho mai detto che le sue attività sono illegali, non avrei oltretutto alcun elemento per dimostrarlo, per questo genere di giudizi ci sono i magistrati. Dico però che chi vive di affari finanziari non è il miglior candidato a rappresentare i cittadini", così in una nota Fabio Rampelli, esponente di FdI, replicando ad Alfio Marchini.

"Non ho informatori segreti, leggo i giornali. Nonostante gli ottimi rapporti di Alfio Marxini (Marchini, ndr) con la stampa evidentemente qualcosa mesi fa gli sfuggì ed è sfuggita di nuovo. Ma il finanziere rosso faccia attenzione con le intimidazioni perché non sono un investigatore, non rappresento la mia azienda, sono un rappresentante del popolo e ho il dovere di esprimere le mie opinioni liberamente senza che qualcuno possa ostacolarmi" chiarisce in un comunicato Fabio Rampelli, esponente di Fratelli d'Italia.
"Non ho mai detto che le sue attività sono illegali, non avrei oltretutto alcun elemento per dimostrarlo, per questo genere di giudizi ci sono i magistrati. Dico però che chi vive di affari finanziari non è il miglior candidato a rappresentare i cittadini e le periferie della società. Non è colpa mia se ha amici imbarazzanti come Zonin-Sorato da cui non ha mai preso le distanze... eppure i soldi dalla Banca popolare di Vicenza sono scomparsi" precisa il capogruppo di FdI.
"Finché ha cercato di fare la sua strada a sinistra tutto regolare - sottolinea infine Rampelli -, problemi loro che hanno sempre avuto un feeling con questi mondi, ma il tentativo di fare il salto della quaglia cercando di 'convincere' con una pressione asfissiante Forza Italia, Raffaele Fitto e Lega Nord a sostenerlo è stato sguaiato. Addirittura, per rendere credibile l'operazione, un pezzo di Ncd ha divorziato recentemente da Matteo Renzi, in modo che si potesse dire: 'Non stiamo a sinistra, Marxini è il candidato dei moderati'... E tutto conseguentemente si sarebbe dovuto apparecchiare secondo il copione".
"Insomma, - conclude Rampelli - avrebbe voluto imbucarsi nel centrodestra e portarlo sotto gli interessi astronomici che gli chiedono di rappresentare. Percorso spericolato, la politica non è la finanza...Se i risparmiatori truffati dalla BpVi domani, mi auguro di no, verranno a protestare a Roma, voglio vedere dove sarà Marxini. Così come non lo abbiamo visto al fianco dei risparmiatori truffati dalla Banca Etruria sospetto che resterà nel suo castello."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: