le notizie che fanno testo, dal 2010

Fori Imperiali: asfalto al posto dei sampietrini: Fratelli d'Italia, Rampelli: scempio in Area Archeologica tutelata

"Asfaltare i Fori Romani ed eliminare i sampietrini significano due cose: che non si è capito dove si amministra - Roma e i fori non sono l'Expo di Milano - e che non si rispetta, ma anzi disprezza, il pregio del luogo", così in un comunicato Fabrio Rampelli, esponente di FdI.

"Cominciamo malissimo: il commissario prefettizio evidentemente non è aduso a soppesare bene le scelte per Roma. Asfaltare i Fori Romani ed eliminare i sampietrini significano due cose: che non si è capito dove si amministra - Roma e i fori non sono l'Expo di Milano - e che non si rispetta, ma anzi disprezza, il pregio del luogo, il suo valore archeologico e artistico" denuncia in una nota Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d'Italia - Alleanza nazionale. Parte di via dei Fori Imperiali, infatti, è stata asfaltata ricoprendo gli storici sampietrini che portano al Colosseo. La sovrintendenza ai Beni culturali di Roma cerca di rassicurare, affermando che al termine dei lavori della metro C (che durano già diversi anni) "verrà ripristinata la pavimentazione in sampietrini". "Si tratta, come ci hanno garantito da Roma Metropolitane, di una fase provvisoria, resasi necessaria per l'avanzamento dei lavori. Riteniamo che non sia possibile mantenere a lungo l'asfalto su via dei Fori Imperiali, pertanto ci adopereremo affinché sia una fase di brevissima durata" precisa anche l'assessore ai Lavori Pubblici del Municipio I Tatiana Campioni.
Ma Rampelli ricorda: "I sampietrini, soprattutto in quell'area, sono un elemento di assoluta continuità estetica e artistica con le vestigia intorno. Non si capisce peraltro se l'asfalto sia stato messo sopra i sampietrini o se viceversa gli storici 'serci' siano stati rimossi per un eventuale loro riuso. - aggiungendo - Da quello che riusciamo a vedere, sembra ci sia stata un'operazione 'colata di cemento'. Siamo davvero sconcertati da questa improvvisa scelta di un commissario prefettizio a cui non spetta il compito di intervenire in maniera così politicamente orientata. Chiederemo conto al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini attraverso un'interrogazione che i nostri uffici stanno per depositare."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: