le notizie che fanno testo, dal 2010

FdI-An, Rampelli a Renzi: trattato Dublino finito? Nemmeno rinegoziato

"Zero rimpatri, zero contrasto ai mercanti di morte, zero cooperazione, zero vincoli obbligatori sul ricollocamento dei migranti nei paesi europei e nessuna capacità di rinegoziare il regolamento capestro di Dublino", così Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia replica a Matteo Renzi dopo l'intervento del premier a Montecitorio nel primo passaggio delle sue comunicazioni alle Camere in vista del Consiglio UE in programma domani.

"Matteo Renzi ha mostrato oggi le sue peggiori caratteristiche. Invece di compattare il Parlamento per essere più forte in Europa, facendo anche un po' di autocritica, ha preferito toni comiziali e divisivi" lamenta Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, commentando l'intervento del premier a Montecitorio nel primo passaggio delle sue comunicazioni alle Camere in vista del Consiglio UE in programma domani.
"Sulla vicenda dei rimpatri, nonostante l'UE stanzi fondi anche per l'Italia, il governo Renzi li ha azzerati per convertirli in politiche di accoglienza. - sottolinea infatti Rampelli - Del resto, basti considerare i numeri: nel 2011 avevamo soltanto 11mila posti per ospitare i migranti, oggi questi posti sono arrivati a 99mila. Nel 2014 l'Italia ha avuto 170mila migranti, le domande di asilo sono state quasi 65mila di cui sono stati dichiarati rifugiati solo poche migliaia".
L'esponente di FdI-An quindi domanda: "Che fine hanno fatto gli oltre 100mila migranti che non hanno titolo alla protezione e quelli che non hanno nemmeno presentato domanda? - aggiungendo - Nessuno vuole rispondere, ma ormai è chiaro che il business dell'accoglienza orienta le scelte del governo è detta i tempi alla burocrazia per incrementarsi".
Rampelli ricorda inoltre che "nulla fin qui è stato fatto per combattere i trafficanti di esseri umani e il loro braccio operativo, gli scafisti, nonostante la convergenza delle istituzioni europee. Zero rimpatri, zero contrasto ai mercanti di morte, zero cooperazione, zero vincoli obbligatori sul ricollocamento dei migranti nei paesi europei e nessuna capacità di rinegoziare il regolamento capestro di Dublino. - concludendo - L'ottimismo di Renzi somiglia sempre più al sorriso beota di un escursionista che va verso un ruscello inconsapevole di trovare una pericolosa cascata".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: