le notizie che fanno testo, dal 2010

Eur Spa, Fratelli d'Italia: Padoan nega accesso agli atti. Ricorso al Tar

"Pochi giorni fa mi è stato formalizzato il diniego dal Ministro dell'Economia e delle Finanze Padoan alla richiesta di accesso agli atti relativi alla spinosa vicenda della società pubblica Eur spa, prima messa in crisi dalla scelta di realizzare la famigerata 'nuvola di Fuksas' e poi messa sul binario del fallimento, con danni incalcolabili per la città di Roma", da FdI-An una dichiarazione di Fabio Rampelli.

"Pochi giorni fa mi è stato formalizzato il diniego dal Ministro dell'Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan alla richiesta di accesso agli atti relativi alla spinosa vicenda della società pubblica Eur spa, prima messa in crisi dalla scelta di realizzare la famigerata 'nuvola di Fuksas' e poi messa sul binario del fallimento, con danni incalcolabili per la città di Roma. Il ministro Padoan asserisce che in qualità di parlamentare potrei presentare interrogazioni e quindi sarebbe improprio il ricorso alla legge sulla trasparenza. Peccato che il governo non risponda alle interrogazioni, neutralizzando così sia il potere ispettivo del parlamentare sia il diritto alle informazioni del cittadino" informa in una nota Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d'Italia.
"La vicenda del finanziamento ballerino della Nuvola, dell'improvviso diniego del Mef, del successivo concordato fallimentare, delle bislacche modalità seguite dalla società per vendere gli immobili storici, sta diventando sempre più misteriosa. - prosegue l'esponente di FdI-An - E proprio per questo, insieme alle audizioni in commissione bilancio richieste e ottenute per la prossima settimana, presento stamane richiesta di accesso agli atti alla Presidenza del Consiglio, farò ricorso al Tar rispetto alla risposta di Padoan e formalizzo istanza di nullità per l'Assemblea dei soci con la quale illegittimamente si è modificato lo Statuto della società, in modo chiaramente contrario rispetto ai dettami della legge istitutiva della società Eur che vieta l'alienazione degli immobili".
Rampelli conclude: "Tutto questo prescinde e poco cambia rispetto all'attesa omologa, questione di ore, da parte del tribunale fallimentare del piano di ristrutturazione presentato da Eur Spa. Il tribunale è chiamato solo a dire se un piano sta in piedi dal punto di vista economico/ finanziario o no. Mentre pendono la questione dell'illegittimità di alcuni atti approvati, da cui comunque dipende tutto il resto e la questione politica sul futuro della società e sulla proposta di rifinanziamento richiesta da tutti i partiti. La battaglia vera, dunque, comincia ora".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: