le notizie che fanno testo, dal 2010

Donzelli (FdI): Inps puntuale per Tfr di Renzi, non per assegni ad anziani

"L'Inps è stato puntualissimo a versare al Presidente del Consiglio 48mila euro pagati dai contribuenti per il Tfr maturato come dirigente in aspettativa. La stessa puntualità che non sta mostrando adesso nel versare la mensilità ai pensionati", così in una nota Giovanni Donzelli, esponente di FdI.

"Presidente del Consiglio spudorato: governo debole con gli arroganti, arrogante coi deboli" denuncia in una nota Giovanni Donzelli, coordinatore dell'esecutivo nazionale di Fratelli d'Italia, spiegando: "L'Inps è stato puntualissimo a versare al Presidente del Consiglio 48mila euro pagati dai contribuenti per il Tfr maturato come dirigente in aspettativa. La stessa puntualità che non sta mostrando adesso nel versare la mensilità ai pensionati, molti dei quali ridotti a paghe da fame, che attendono il primo giorno del mese per tirare un piccolo sospiro di sollievo".
"Una situazione che mostra il volto reale del governo Renzi: debole con gli arroganti, arrogante con i deboli. - prosegue - E' vergognoso che tanti anziani siano costretti a subire un disagio del genere per colpa di un 'ponte festivo' una cialtroneria burocratica che evidentemente Matteo Renzi è buono a contestare soltanto a parole".
"E in questo quadro è immorale oltre che indegno che lo Stato abbia disposto il versamento del Tfr al Presidente del Consiglio per gli incarichi di Presidente della Provincia prima e Sindaco di Firenze poi, per di più maturati grazie all'escamotage dell'assunzione da parte dell'azienda di famiglia avvenuta il giorno prima di essere candidato alla Presidenza della Provincia di Firenze. - conclude l'esponente di FdI - Ecco come governa la sinistra moralista prima gli interessi propri, poi, forse, quelli dei più deboli."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: