le notizie che fanno testo, dal 2010

Ddl Pubblica Amministrazione, Nastri: Fratelli d'Italia contesta metodo e merito

"Questo provvedimento delega il Governo ad approvare decine di decreti delegati per riformare la pubblica amministrazione", così in una nota Nastri, membro di Fratelli d'Italia, in merito alla riforma della PA.

"Questo provvedimento delega il Governo ad approvare decine di decreti delegati per riformare la pubblica amministrazione. Il tempo massimo previsto dalle diverse disposizioni per l'esercizio della delega è dodici mesi, in altri casi sei, e in un caso addirittura novanta giorni. Giova ricordare che questo esecutivo è in clamoroso ritardo con l'approvazione di diverse centinaia di decreti delegati e decreti attuativi che ancora aspettano di vedere la luce, alcuni, non pochi, addirittura dai tempi del Governo Monti" denuncia in aula Gaetano Nastri, deputato di Fratelli d'Italia, in merito alla riforma della PA.
"In questo provvedimento non sono neppure chiari i principi e criteri direttivi delle deleghe. Per esempio: la contestatissima riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato. Nel testo non è esplicitato alcunché di certo; non si sa in base a quali criteri sarà riorganizzata; ancora peggio, non si sa se verrà assorbita o no e se questo non è un eccesso di delega..., e se verrà assorbita non si sa da chi!. Figuriamoci sapere a quali condizioni. - prosegue - Come gruppo di Fratelli d'Italia prima ancora di contestare il merito di questa riforma contestiamo il metodo. E' un'impresa assolutamente folle quella che questo Governo si sta prefiggendo; riformare in un anno l'intera macchina dello Stato; ed è evidente che non ci riuscirà, con il risultato che si creeranno penose situazioni di paralisi nell'attività dell'amministrazione pubblica, in spregio a tutti quei principi costituzionali che ne predicano il buon andamento e l'efficienza. Una paralisi pericolosa in un Paese nel quale l'inefficienza, gli sprechi e i fenomeni corruttivi nella pubblica amministrazione costano preziosi punti di PIL".
In conclusione l'esponente di FdI aggiunge:"Con questo disegno di legge si creerà una drammatica paralisi dell'attività di molti soggetti fondamentali del nostro tessuto istituzionale. E' per questi motivi che abbiamo votato contro questo disegno di legge e contro questa pericolosissima delega in bianco, Ma noi non vogliamo renderci corresponsabili di questo incredibile abuso."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: