le notizie che fanno testo, dal 2010

Con Franceschini il "De profundis" della tradizione lirica, dice Fratelli d'Italia

FRatelli d'Italia al fianco dei lavoratori dell fondazioni lirico sinfoniche.

"Siamo a fianco degli artisti e dei tecnici delle fondazioni lirico sinfoniche italiane che oggi hanno suonato il 'De profundis' davanti a Montecitorio per chiedere l'abrogazione dell'articolo 24 della legge 160/2016 che prevede la precarizzazione del lavoro artistico e dei dipendenti degli enti lirici che verrebbero declassati a teatri minori senza più i fondi del Fus", assicurano in una nota congiunta Federico Mollicone, responsabile della comunicazione di Fratelli d'Italia, e Bruno Murgia, della Commissione cultura della Camera.

"Analogo destino stanno subendo i corpi da ballo delle Fondazioni che chiudono per lo stesso motivo come denuncia una petizione on line lanciata dal Maestro Luciano Cannito che abbiamo sottoscritto su change.org. - sottolineano - Il ministro Dario Franceschini e la lobby ministeriale che gestisce i fondi del Fus perseguono l'obiettivo di distruggere gli stabili di tradizione (dal lirico di Cagliari all'Opera di Roma) che hanno fatto della lirica e del balletto classico italiani un mito mondiale per favorire solo la Scala e Santa Cecilia".

"I lavoratori dello spettacolo diverranno 'on demand' lavorando solo pochi giorni l'anno senza tutele. - denunciano - Daremo battaglia nelle sedi istituzionali a loro fianco".

© riproduzione riservata | online: | update: 27/02/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Con Franceschini il "De profundis" della tradizione lirica, dice Fratelli d'Italia
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI