le notizie che fanno testo, dal 2010

Fenner: estinzione razza umana tra 100 anni

Il noto e stimato scienziato australiano Frank Fenner (95 anni) dichiara che "tra cento anni gli esseri umani saranno estinti", non per l'inquinamento ma le mutazioni climatiche.

"Tra cento anni gli esseri umani saranno estinti" questa è la sintesi delle dichiarazioni fatte dal noto e stimato scienziato australiano Frank Fenner a un quotidiano australiano. Fenner, lucidissimo per i suoi 95 anni, non vede un grande futuro per la razza umana e sentenzia: tra cento anni l'uomo si estinguerà. Questa lugubre intuizione dello scienziato sarebbe da addebitarsi alle modificazioni climatiche e non all'inquinamento (marea nera in primis), o all'ignoranza cattiva che pervade razza umana. Per Fenner, uno degli inventori del vaccino del vaiolo, professore di microbiologia presso la John Curtin School of Medical Research all'Australian National University, è solo questione di una manciata di decenni e l'uomo si estinguerà insieme ad altre specie animali. Lo scienziato ha dichiarato la sua profezia al quotidiano "The Australian" dopo che nel 2006 James Lovelock, l'inventore della teoria di Gaia (la terra come essere vivente e senziente), aveva già predetto una mini estinzione della razza umana (un ridimensionamento della popolazione di mezzo miliardo di esseri umani) per via del riscaldamento globale. "E' una situazione irreversibile, è troppo tardi per porvi rimedio" ha detto Frank Fenner. "I nostri nipoti non vedranno la vecchiaia" si commenta in rete e qualcuno risponde "sicuramente non vedranno mai la pensione". Come dire, una risata ci seppellirà.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: