le notizie che fanno testo, dal 2010

Per M5S il CSM può parlare quando fa comodo a loro, dice Mirabelli (PD)

"Non si capisce la ragione per cui, secondo alcune forze politiche tra cui M5S, il membro del CSM Fanfani non avrebbe potuto dire che, secondo lui, la misura degli arresti cautelari per Uggetti era eccessiva mentre oggi l'altro membro del CSM Morosini può dire che bisogna fermare Renzi", riporta in una nota Franco Mirabelli del Partito Democratico.

"Non si capisce la ragione per cui, secondo alcune forze politiche tra cui M5S, il membro del CSM Fanfani non avrebbe potuto dire che, secondo lui, la misura degli arresti cautelari per Uggetti era eccessiva mentre oggi l'altro membro del CSM Morosini può dire che bisogna fermare Matteo Renzi. Per M5S, Fanfani non poteva parlare mentre Morosini sì perché dice cose che vogliono loro" osserva in una nota Franco Mirabelli, esponente PD.
"Questa è la legislatura in cui si sono fatte più leggi contro la corruzione - ricorda infine il parlamentare dem -, sulle quali M5S ha sempre votato contro ed è insopportabile che adesso ci vengano a dare lezioni di legalità. In questa legislatura è stata istituita l'ANAC con presidente Raffaele Cantone, è stato ripristinato il reato di falso in bilancio, approvati la legge anticorruzione e il nuovo codice sugli appalti per regole più chiare e trasparenti, istituito il reato di autoriciclaggio. La politica ha il compito di lavorare per migliorare le norme, non quello di utilizzare le inchieste per sbatterle in faccia all'avversario. Ora dobbiamo concentrarci sull'allungamento della prescrizione, come ci chiede l'Ue, per evitare che i processi arrivino in fondo senza una sentenza."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: