le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks, Finmeccanica, Napoli; Frattini: strategie contro Italia

Frattini spiega che "l'attacco a Finmeccanica, la diffusione di immagini sui rifiuti di Napoli" e i files presto online di WikiLeaks "con possibili ripercussioni negative anche per l'Italia" rappresentano "il sintomo di strategie dirette a colpire l'immagine dell'Italia".

Il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini spiega che "l'attacco a Finmeccanica, la diffusione ripetuta di immagini sui rifiuti di Napoli o sui crolli di Pompei, l'annunciata pubblicazione di rapporti riservati concernenti la politica degli Stati Uniti, con possibili ripercussioni negative anche per l'Italia" rappresentano "il sintomo di strategie dirette a colpire l'immagine dell'Italia sulla scena internazionale".
In poche parole, ma questa sembra essere una mentalità molto diffusa in Italia, se non si parla bene di qualche cosa è perché dietro vi sarebbe chissà quale subdolo disegno o strategia.
Secondo Frattini, quindi, servirebbe "fermezza e determinazione per difendere l'immagine nazionale e la tutela degli interessi economici e politici del Paese", anche se forse ciò di cui l'Italia ha bisogno è un po' di onestà intellettuale e chiarezza.
In particolar modo Frattini (nella nota di Palazzo Chigi diffusa al termine del Cdm) sembra essere molto preoccupato in merito alle prossime pubblicazioni sul portale di Julian Assange, tanto che forse qualcuno comincia davvero a credere che "i mesi a venire vedranno un mondo nuovo, in cui la storia globale sarà ridefinita", come aveva annunciato da Twitter WikiLeaks.
Frattini infatti spiega: "Ho parlato oggi con il Dipartimento di Stato e mi è stato anticipato che ci saranno documenti di scenario che riguardano anche l'Italia". Il responsabile della Farnesina ha poi aggiunto che "ci potranno essere valutazioni e fatti che possono colpire l'Italia in quanto attore internazionale".
Frattini ha poi in seguito precisato che "contro l'Italia comunque non c'è un complotto" ma di aver parlato solo "di elementi preoccupanti". Bisognerà ora capire per chi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: