le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia, Frattini: Italia non può accollarsi emergenza migratoria

Franco Frattini specifica però che l'Italia non chiede al'UE solamente una "distribuzione di immigrati sul territorio europeo" ma soprattutto "un meccanismo serio di ripartizione degli oneri economici, sociali e anche umani del flusso migratorio".

"Siamo in una situazione grave, gravissima" il cui "tragico bilancio sarà un bagno di sangue" afferma il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini alla Camera, illustrando la situazione della Libia.
Frattini spiega che la stima di 1.000 morti sarebbe quindi del tutto plausibile è che i "propositi espressi ieri da Gheddafi" di voler "colpire il suo stesso popolo" determinano "una situazione di guerra civile tra aree e province in cui ci sono gruppi che si combattono con bande e squadroni della morte". Franco Frattini sottolinea poi che "l'Italia sarà unita all'Europa nella valutazione di ulteriori appropriate misure nei confronti della Libia", come riporta il comunicato stampa del Ministero, ma specificando che "è evidente che le conseguenze" dell'emergenza migratoria "non potranno essere accollate soltanto all'Italia". Frattini invita quindi l'Europa a dare un risposta unica a questa emergenza migratoria, perché in caso contrario vi sarebbe "il crollo, la distruzione della solidarietà europea, la fine delle politiche europee come le abbiamo conosciute negli ultimi 50 anni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: