le notizie che fanno testo, dal 2010

Frattini: Gheddafi voleva una Lampedusa "nera". CNT ha le prove

Franco Frattini spiega che tra i piani di Gheddafi c'era quella di "far diventare Lampedusa 'nera', piena di africani", precisando che ci sarebbero "degli elementi raccolti dal CNT" e che saranno loro "a renderli pubblici".

Il ministro degli Esteri Franco Frattini ipotizza che potrebbe essere contestato a Gheddafi, quando e se sarà catturato, un nuovo capo d'accusa, perché ciò che avrebbero scoperto i ribelli del CNT rivelerebbe che "siamo vicini ad un nuovo crimine verso l'umanità". Frattini spiega che tra i piani di Gheddafi c'era quella di "far diventare Lampedusa 'nera', piena di africani", in meniera tale da far capire "agli italiani" le conseguenze di "partecipare all'applicazione della no-fly zone" in Libia. In poche parole, Gheddafi avrebbe voluto far diventare l'isola di Lampedusa un vero "inferno", per usare un'espressione di Franco Frattini. "Lo stesso Gheddafi aveva più volte minacciato di inviare una invasione di profughi come arma di rappresaglia verso l'Europa e non solo verso l'Italia - continua Frattini - Purtroppo lo ha fatto, purtroppo migliaia di profughi sono morti in mare". Il ministro degli Esteri spiega che ci sarebbero "degli elementi raccolti dal CNT (Comitato nazionale di transizione libico), di cui ho parlato con il primo ministro Jibril", precisando: "Sarà lui a renderli pubblici. Non li abbiamo raccolti noi, ma sono elementi importanti che confermano quello che non era un segreto: sapevamo tutti che questo stava accadendo".

© riproduzione riservata | online: | update: 27/08/2011

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Frattini: Gheddafi voleva una Lampedusa "nera". CNT ha le prove
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI