le notizie che fanno testo, dal 2010

Camorra dietro concorso penitenziaria 2016? Orlando annulli prove, dice Cardiello (PD)

"Il concorso per allievi agenti penitenziari tenutosi a Roma tra il 20 e il 22 aprile 2016 avrebbe registrato gravi irregolarità nello svolgimento delle prove. Non si escludono perfino infiltrazioni camorristiche", illustra in un comunicato il rappresentante di Forza Italia Franco Cardiello.

"Il concorso per allievi agenti penitenziari tenutosi a Roma tra il 20 e il 22 aprile 2016 avrebbe registrato gravi irregolarità nello svolgimento delle prove. Non si escludono perfino infiltrazioni camorristiche, tanto che la Procura distrettuale antimafia di Roma ha aperto un'indagine a riguardo, come riportato oggi su autorevoli organi di stampa" riporta in un comunicato il senatore di Forza Italia Franco Cardiello.
In una interrogazione al ministro della Giustizia Andrea Orlando l'esponente forzista chiede quindi "la ragione per la quale il ministro non abbia disposto l'annullamento del concorso e quali iniziative siano state poste in essere dal Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria per individuare chi, in maniera illegittima, ha reso noto il contenuto delle domande d'esame".
"Notizie di stampa, infatti, - aggiunge - riferiscono dell'iscrizione al registro degli indagati di 80 persone per aver falsato il concorso, e del fatto che vi fossero candidati in possesso di cellulari, auricolari e bracciali contenenti le risposte alle domande d'esame. Le risposte alle domande del concorso possono essere state rese note solamente da chi ha accesso in qualche modo ai documenti".
"Quante persone del Ministero della Giustizia abbiano avuto accesso ai contenuti delle domande di concorso o ne abbiano avuto conoscenza in forza della loro funzione" domanda Cardiello, concludendo: "A questo punto una soluzione auspicabile sarebbe l'annullamento del concorso e lo scorrimento della graduatoria del precedente" comunica in conclusione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: