le notizie che fanno testo, dal 2010

Anelka insulta suo allenatore Domenech: fuori dai Mondiali

Nicolas Sebastien Anelka dopo aver insultato il suo allenatore Raymond Domenech è stato rispedito in Francia dalla federazione. Anelka: "l'episodio doveva rimanere all'interno della squadra".

Nicolas Sebastien Anelka l'ha fatta proprio grossa e ora ne sta pagando le conseguenze. Il giocatore della nazionale francese, che nell'intervallo della partita dei Mondiali sudafricani Francia-Messico aveva pesantemente insultato il suo allenatore Raymond Domenech, è stato rispedito in Francia dalla federazione, causando anche l'ira del presidente Nicolas Sarkozy, che ha etichettato come inaccettabile il comportamento del giocatore. Non solo, la campagna pubblicitaria della Quick (catena di fast food belga) che lo vedeva protagonista come testimonial di un nuovo hamburger sembra sia stata per il momento sospesa. Nicolas Anelka, che dopo la conversione all'Islam ha preso il nome di Abdul Salam Bilal, è stato però oggi difeso dallo stesso allenatore Domenech, che ha affermato di comprendere la sua reazione, pur ritenendo giusto escludere il giocatore dal Mondiale. Anelka ha poi aggiunto "l'episodio doveva rimanere all'interno della squadra, nello spogliatoio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# fast food# Francia# Islam# Mondiali# Nicolas Sarkozy