le notizie che fanno testo, dal 2010

Totti: nessuna manata, non meritavo espulsione

Francesco Totti si difende dopo il cartellino rosso dell'arbitro Gervasoni durante la partita della Roma contro il Lecce e afferma di non aver dato "nessuna manata". La dirigenza giallorossa sosterrà Totti se la squalifica del numero 10 sarà superiore a un turno.

Il Capitano non ci sta. Dopo il cartellino rosso dell'arbitro Gervasoni durante la partita della Roma contro il Lecce, Francesco Totti è convinto di aver subito un'ingiustizia: "Non ho fatto niente, non ho dato nessuna manata, non meritavo l'espulsione". Parole uscite dalla bocca del capitano giallorosso solo pochi minuti dopo l'accaduto quando, nello stanzone dello spogliatoio all'Olimpico, ha cercato di spiegare ai dirigenti della Roma quello che era accaduto. Nonostante la reazione finale sotto gli occhi delle telecamere e del quarto uomo, la dirigenza giallorossa sosterrà con forza il suo capitano, ed è già pronta a fare ricorso se la squalifica del numero 10 sarà superiore a un turno. Totti salterà in ogni caso la partita con la Lazio e, a riguardo, arrivano parole di solidarietà dai compagni di squadra: "Tranquillo, cercheremo di vincere anche per te".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: