le notizie che fanno testo, dal 2010

Moglie Francesco Schettino: invito a comprendere il suo dramma umano

Una buona parte degli italiani oltre che mister si sentono anche un po' magistrati, tanto che su Twitter c'è già chi scherza sul fatto che il "povero Michele Misseri verrà oscurato da Schettino". La moglie del comandante della Costa Concordia, però, invita tutti a "comprendere la sua tragedia e il suo dramma umano".

La tragedia della Costa Concordia è ormai sulla bocca di tutti, ma più che il fatto di cronaca ad interessare una buona parte degli italiani, da qualche tempo oltre che mister anche un po' tutti magistrati, sono i retroscena dell'inchiesta che sta portando avanti la Procura di Grosseto. Su Twitter c'è infatti già chi scherza sul fatto che il "povero Michele Misseri verrà oscurato da Schettino", come ironizza "_mrsberryman Carmen Guglielmi", soprattutto dopo che il Corriere.it ha pubblicato gli audio di due telefonate intercorse la notte tra il 13 e il 14 gennaio, mentre la Costa Concordia affondava, tra il capitano Francesco Schettino e il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno, Gregorio De Falco (su Youtube http://www.youtube.com/watch?v=c8y18IJrTyE e http://www.youtube.com/watch?v=ImC5S-ayVVU). Anche per questo motivo cerca di intervenire la moglie di Francesco Schettino, che già da oggi potrà scontare il fermo agli arresti domiciliari. In una nota la moglie del capitano della Costa Concordia, Fabiola Russo, precisa quindi innanzitutto: "Ancora sconvolti per l'accaduto, in queste ore drammatiche, siamo innanzitutto profondamente vicini ai congiunti delle vittime - aggiungendo - Restiamo in attesa dell'accertamento della verità, che avverrà nei tempi necessari e nelle sedi opportune e perciò invitiamo intanto accoratamente gli organi di stampa al rispetto massimo delle persone coinvolte in questa immane tragedia, evitando che la caccia alla notizia sensazionale calpesti la dignità umana. Molti dei particolari pubblicati, relativi al comportamento del comandante Schettino, sono da verificare, nel mentre i tanti che l'hanno conosciuto bene, hanno testimoniato la sua dedizione assoluta al lavoro e la sua professionalità, dimostrata anche dalla manovra prontamente decisa ed attuata per limitare al massimo le conseguenze dell'incidente ai passeggeri presenti a bordo. E' per questo che sentiamo il dovere di respingere con forza qualsiasi tentativo di delegittimazione della sua figura, invitando a comprendere la sua tragedia e il suo dramma umano".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: