le notizie che fanno testo, dal 2010

Francesco Schettino: la seconda telefonata con Gregorio De Falco

Nella seconda telefonata pubblicata, intercorsa tra Francesco Schettino e il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno, Gregorio De Falco, sembra di capire che il comandante della Costa Concordia riveli di aver "abbandonato la nave".

Il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno, Gregorio De Falco, continua a chiamare il capitano della Costa Concordia che già da tempo era sceso dalla nave che stava affondando. Dopo una prima telefonata (su Youtube http://www.youtube.com/watch?v=c8y18IJrTyE), dove De Falco invitava Schettino a risalire a bordo per coordinare l'evacuazione, ecco la seconda telefonata (su Youtube http://www.youtube.com/watch?v=ImC5S-ayVVU), inizialmente trascritta da Il fatto Quotidiano mantre l'audio pubblicato sul Corriere.it. In questa conversazione Francesco Schettino sembra confessare, anche se poi ritratta, l'abbandono della nave. Gregorio De Falco chiama Schettino che dice subito: "Io ho avvisato anche la società, mi dicono che ci sono dei passeggeri a bordo, sembra che ci siano un centinaio di persone, però le ripeto...". "Comandante lei non mi sa dare un dato esatto, un centinaio di persone sembra" dice De Falco. "Allora comandà, io non le so dare un dato esatto perché, le spiego: mentre stavamo facendo l'evacuazione di tutti i passeggeri, gli ufficiali ci siamo tutti riuniti qua, sulla scialuppa" rivela Schettino. "Dove siete, sulla scialuppa tutti gli ufficiali?" domanda incredulo Gregorio De Falco. "Sì, siamo io, il comandante in seconda..." comincia Schettino, interrotto però De Falco che sembra aver mangiato la foglia e gli chiede: "No, mi scusi, ma lei prima era solo con il marinaio. Se gli ufficiali sono riusciti a scendere da lei, vuol dire che si potevano ancora muovere. "Infatti..." dice Schettino, ma De Falco: "E allora perché non tornano a bordo a vedere com'è la situazione e poi ce la riferiscono grazie". "Adesso non si può" dice Schettino, ma De Falco: "Li mandi a bordo, mandi una persona a bordo a coordinare, io le sto dando un ordine comandante, lei deve mandare qualcuno a bordo". "Stiamo andando noi a bordo a coordinare" dice Schettino, e De Falco: "Esatto, voi dovete andare a bordo a coordinare lo sbarco, chiaro". Francesco Schettino però insiste: "Ma noi non possimo salire più adesso, la nave adesso è quasi affondata". "E allora perché li ha fatti scendere comandante" domanda De Falco, ma Schettino rivela: "Come fatti scendere, abbiamo abbandonato la nave". Gregorio De Falco quindi fa notare: "E con cento persone ancora a bordo lei abbandona la nave, cazzo?". Schettino allora ritratta e spiega: "Io non ho abbandonato nessuna nave con cento persone a bordo, e che la nave si è sbandata di colpo e siamo stati catapultati in acqua". "Vedremo poi cosa è successo" dice però De Falco, adesso però mi faccia sapere tutto ciò che accade e per ogni cosa. Si metta lì sotto con 'sta scialuppa e non si allontani, e chiaro?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: