le notizie che fanno testo, dal 2010

Francesco Schettino: è buio! Gregorio De Falco: Vuole tornare a casa?

"Ma si rende conto che è buio e che qua non vediamo nulla" dice Francesco Schettino nel corso della prima telefonata con il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno, Gregorio De Falco. "E che vuole tornare a casa, Schettino? E' buio e vuole tornare a casa?" le chiede sarcastico De Falco.

La tragedia della Costa Concordia avvenuta la notte di venerdì 13 gennaio rimmarrà impressa nella storia non solo a causa del numero delle vittime, che continua purtroppo a salire, ma anche per pezzi di conversazione intercorsi nei concitati momenti del naufragio tra il comandante Francesco Schettino e il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno, Gregorio De Falco, ormai divenuto vero eroe di questa vicenda grazie al suo modo imperante di condurre quelle operazioni di salvataggio che avrebbe dovuto portare avanti invece qualcun'altro. Il Corriere.it pubblica l'audio di due telefonate tra Francesco Schettino e Gregorio De Falco, e nel corso della prima (su Youtube http://www.youtube.com/watch?v=c8y18IJrTyE), il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno invita più volte il comandante della Concordia a risalire a bordo, per coordinare le operazioni di evacuzione dei passeggeri. "Guardi Schettino che lei si è salvato forse dal mare ma io lo porto veramente molto male, la faccio passare l'anima dei guai. Vada a bordo, cazzo" avvisa Gregorio De Falco. "Ci sono persone intrappolate a bordo, adesso lei va con la sua scialuppa, sotto la prua della nave, lato dritto, c'è una biscaggina (biscaglina, ndr). Lei sale su quella biscaggina e va a bordo della nave, e mi riporta quante persone ci sono, le è chiaro? Io sto registrando questa comunicazione comandante Schettino", dice De Falco. Francesco Schettino spiega a De Falco che "la nave è inclinata", ma il capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno non accetta scuse: "C'è gente che sta scendendo dalla biscaggina di prua - fa notare a Schettino - Lei quella biscaggina la percorre in senso inverso, sale sulla nave e mi dice quante persone e che cosa hanno a bordo, chiaro? Mi dice se ci sono bambini, donne o persone bisognose di assistenza, e mi dice il numero di ciascuna di queste categorie". Dopo varie insistenze, De Falco comunica Schettino che "ci sono già dei cadaveri". "Quanti cadaveri ci sono?" domanda allora il comandande della Costa Concordia. "Non lo so, uno l'ho sentito, me lo deve dire lei quanti ce ne sono" afferma De Falco. "A questo punto Francesco Schettino risponde: "Ma si rende conto che è buio e che qua non vediamo nulla". "E che vuole tornare a casa, Schettino? E' buio e vuole tornare a casa?" le chiede sarcastico De Falco, che ordina nuovamente: "Salga sulla prua della nave tramite la biscaggina, e mi dica cosa si può fare, quante persone ci sono e che bisogno hanno, ora".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: