le notizie che fanno testo, dal 2010

Francesco Schettino: Voyage Data Recorder rotto? Cercai recupero dati

Francesco Schettino spiegherebbe agli inquirenti di aver dato l'ordine di recuperare i dati della scatola nera (Voyage Data Recorder) situata nella plancia della Costa Concordia, anche se indiscrezioni vorrebbero che questi sarebbero inutilizzabili.

In queste ore si sta diffondendo la voce che la "scatola nera" della Costa Concordia è inutilizzabile, e che quindi non sarà possibile recuperare i dati delle ultime ore di navigazione della nave, cosa che potrebbe rendere più difficile la ricostruzione dei minuti precedenti l'impatto dello scoglio, e quali istruzioni vennero impartite dal capitano Francesco Schettino. Secondo però il commissario di bordo Manrico Giampedroni, intervistato dall'Agi, l'ipotesi di una rottura della scatola nera è alquanto "inverosimile", visto che "l'apparecchiatura è collocata oltre la plancia di comando e quindi è ancor più protetta", facendo notare che un naufragio da solo non basta per "guastare" i dati all'interno della scatola nera, altrimenti, conclude riflettendo, "cosa si dovrebbe allora pensare delle scatole nere degli aerei che precipitano da migliaia di metri di altezza e dopo un impatto di grande rilevanza o anche quando ci sono esplosioni?". A fare un po' di chiarezza sul mistero della scatela nera della Costa Concordia sembra essere lo stesso Francesco Schettino, nel corso di un interrogatorio con i pm che indagano sul naufragio della nave della Costa Crociere. Come riporta "Il Messaggero" (http://is.gd/tRAd0i), il pm chiede a Schettino: "Il VDR scaricato, perché lo doveva scaricare il VDR, scusi?".
Francesco Schettino quindi chiarisce: "Allora il VDR, Voyage data recorder, in caso di sinistro marittimo ci sta un bottone, che è la prima cosa che uno deve fare per dare evidenza di quello che è successo, si scarica questo coso, si spinge un bottone e c'è lo scarico della registrazione dei dati delle prime 12 ore, di modo che dà una situazione di quello che è successo". Come spiega Wikipedia, infatti, il "registratore dei dati di viaggio (Voyage data recorder - VDR) è un sistema di registrazione che deve essere installato sulle navi secondo quanto richiesto dalla Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare dell'Organizzazione marittima internazionale, per raccogliere dati dai diversi sensori disposti sull'imbarcazione". In poche parole, il comandante Schettino spiega di aver dato l'ordine ad un suo sottoposto di scaricare questi dati per renderli "disponibili", ma che una volta a terra questo gli avrebbe comunicato però che pur essendo andato a premere il pulsante il "sistema era tutto spento". Francesco Schettino però rassicura agli inquirenti sul fatto che, anche se questa scatola nera non dovesse fornire dati perché rotta, "la nave ha un sistema che sulla parte più alta della nave ci sta comunque il Voyage data recorder che comunque registra a prescindere". Il problema, per i magistrati, è che questo secondo Voyage data recorder non può registrare i discorsi fatti in plancia, comprese le telefonate che Francesco Schettino ha avuto con l'Unità di crisi della Costa Crociere.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: