le notizie che fanno testo, dal 2010

Forza Italia, Sisto: ddl legittima difesa è obbrobrio giuridico grazie a PD

"Il rinvio a data da destinarsi del testo sulla legittima difesa è l'ennesima dimostrazione della difficoltà del PD, che dovrà ora spiegare agli italiani perché non vuole difenderli. Il testo arrivato in Aula, annacquato e stravolto, è infatti un obbrobrio giuridico", dichiara in un comunicato Francesco Paolo Sisto, deputato di Forza Italia.

"Il rinvio a data da destinarsi del testo sulla legittima difesa è l'ennesima dimostrazione della difficoltà del PD, che dovrà ora spiegare agli italiani perché non vuole difenderli. Il testo arrivato in Aula, annacquato e stravolto, è infatti un obbrobrio giuridico di indeterminatezza e inefficacia. Qual è la portata giuridica del concetto di 'grave turbamento psichico' previsto affinché vi sia l'esenzione dalla responsabilità penale di chi si difende?" sottolinea in una nota il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto.
"E' evidente che si tratta di una figura non definita e comunque non rilevante nel codice, un'invenzione ad hoc dalla vaghezza allarmante. - prosegue - In questo modo, l'accertamento probatorio corre il rischio di essere intollerabilmente affidato alla sensibilità e soggettività dei giudici, il cui giudizio nella valutazione dei singoli casi viene massimizzato; mentre si riduce ai minimi termini la determinatezza del fatto e il ricorso, saggio e sistematico, al diritto".
Diciamoci la verità: - conclude l'esponente azzurro - il PD ha voluto impedire al centrodestra di tutelare i cittadini e il loro diritto a difendersi da atti criminosi. E lo ha voluto fare per una mera questione elettorale".

© riproduzione riservata | online: | update: 10/03/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Forza Italia, Sisto: ddl legittima difesa è obbrobrio giuridico grazie a PD
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI